|  

venerdì 24 agosto 2012

Arriva Logitech Washable Keyboard K310, la tastiera che può essere lavata sotto il rubinetto.


Da sempre uno dei dilemmi per chi utilizza un Pc è: "Come pulire al meglio la tastiera?". Negli anni proprio a questo scopo sono stati inventati molti prodotti ed aggeggi vari, (come ad esempio, una speciale spugna che si adatta alla forma della tastiera, arrivando a pulire anche negli spazi più difficili, vale a dire tra gli spazi dei tasti). Tuttavia nessuno prima d'ora aveva pensato di realizzare una tastiera che può essere lavata nel vero senso della parola. È stata chiamata Logitech Washable Keyboard K310 ed è stata progettata per essere inzuppata fino ad una profondità di 30 centimetri e per resistere ai classici nemici delle tastiere: caffè e bibite gassate. Inoltre la tastiera in questione può essere lavata soltanto con l'utilizzo di un normalissimo detergente. Oltretutto per asciugarla basterà lasciarla all'aria; il processo di asciugatura richiederà circa otto ore, poiché non serve e non è consigliabile usare un asciugacapelli. Difatti la parte posteriore della tastiera è stata dotata di alcuni fori per il drenaggio che vanno ad accelerare il processo di asciugatura. Tuttavia l'unico accorgimento che raccomanda la casa-madre, ovvero la Logitech, è quello di lasciare le porte USB, di cui la tastiera è dotata, fuori dall'acqua. Per il resto sarà semplice come pulire i piatti. Quindi si potrà dire addio a cotton fioc, straccetti in fibre speciali, detergenti tecnologici e strategie da micropulizia professionale per liberare le fessure della tastiera dalla tanto temuta polvere, insidiose briciole, sostanze appiccicose, disgustose particelle di cuoio capelluto, e tutte le varie minuscole manifestazioni di sporcizia che da sempre minacciano la "salute" e la gradevolezza delle tastiere di tutto il mondo. Tuttavia la Logitech Washable Keyboard K310 non è la prima tastiera lavabile al mondo; infatti altre marche importanti del settore, (come HP, Kensington ed Unotron), in passato avevano già proposto oggetti simili, ma in generale si trattava di prodotti rivolti sostanzialmente a settori industriali, come quello medico, quello marino oppure quello militare. In questi casi la caratteristica principale risiedeva nel sigillare l'intera tastiera, isolandola dall'infiltrazione di contenuti esterni. Mentre la Logitech Washable Keyboard K310 è stata pensata per il consumatore comune, ed in quanto a look è attrattiva come le normali tastiere, ma con tasti stampati al laser e rivestiti con una speciale protezione in modo da impedire che con il passare del tempo la lettere impresse vengano cancellate dall'azione dell'acqua. Comunque, anche se inizialmente era stata pensata esclusivamente per il mercato americano, la Logitech Washable Keyboard K310 arriverà in Europa a partire dal prossimo Ottobre e sarà commercializzata ad un prezzo di 40 euro. Comunque nel corso degli anni di tastiere particolari se ne sono viste tante, alcune utili, altre soltanto strane. A partire ad esempio, da quella stranamente divisa in due parti, fino ad arrivare a quella nascosta in una tovaglietta da cucina ricamata. Per di più qualche tempo fa arrivò sul mercato la tastiera arrotolabile, costituita cioè da un materiale abbastanza morbido al punto da poter fare un bell'involtino per mettersela nella tasca della giacca. Poi ovviamente esistono le tastiera ergonomiche, pensate in particolar modo per chi ha problemi con l'uso delle mani. Oppure, infine, quella virtuale al laser, (accessorio per smatphone, tablet e qualunque altro dispositivo dotato di Bluetooth), che opera totalmente al buio proiettando i tasti virtuali su una superficie ed è in grado di interpretare i movimenti delle dita, per poi trasferili al dispositivo collegato.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts