|  

domenica 21 ottobre 2012

Secondo l'Air Fuel Synthesis, è possibile produrre benzina dall'aria; infatti ne ha già prodotta 5 litri.


A quanto pare una piccola azienda britannica, usando una particolare tecnologia rivoluzionaria, potrebbe risolvere il problema della crisi energetica e dell'inquinamento. Infatti l'Air Fuel Synthesis di Stockton-on-Tees da Agosto ad oggi è riuscita a produrre cinque litri di petrolio utilizzando, incredibile ma vero, anidride carbonica ed idrogeno. In pratica la svolta è stata annunciata da Peter Harrisonl'amministratore delegato dell'azienda, durante una conferenza a Londra. Al riguardo davanti all'Institution of Mechanical Engineers di Londra ha spiegato: "Abbiamo preso l'anidride carbonica dall'aria e l'idrogeno dall'acqua. Poi li abbiamo messi assieme e trasformati in benzina che potrà essere utilizzata per le auto e per gli aeroplani". Difatti, sempre a detta di Peter Harrison, questa benzina potrà essere immagazzinata, trasportata ed usata perfettamente anche nei motori attualmente in uso, pur non contenendo gli additivi che si trovano nei carburanti tradizionali. E dunque la nuova benzina "pulita" può essere usata senza bisogno di nuove e costose infrastrutture. Mentre Tim Fox, che guida il dipartimento dell'energia e dell'Institution of Mechanical Engineers londinese, durante un'intervista dell'Independent ha dichiarato: "Siamo ancora alle fasi iniziali, ma è tutto vero. I principi sono noti, ma la svolta consiste nell'averli messi insieme, dimostrando che si può fare e che funziona". Inoltre Peter Harrison ha proseguito spiegando: "L'odore è lo stesso, ma il nostro prodotto è molto più pulito e chiaro della benzina ottenuta dai combustibili fossili". Oltretutto, secondo l'Air Fuel Synthesis, le potenzialità di questo nuovo carburante sono enormi e potrebbero cambiare per sempre il panorama economico ed ambientale del Paese. Tuttavia in fase iniziale viene usata l'elettricità della rete nazionale, ma, sempre a detta dell'azienda, in futuro si potranno sfruttare altre fonti rinnovabili di energia, a partire dal vento e dalle maree; l'aspettativa dell'azienda è quella di produrre carburante, utilizzando le energie rinnovabili, su larga scala già dalla fine del 2014. In ogni caso al momento l'unico vero ostacolo di questa innovativa tecnica è il costo; infatti il sistema per estrarre l'anidride carbonica dall'aria per creare una tonnellata di benzina costa circa 400 sterline. Ma comunque una volta che i costi si saranno abbattuti, come è sempre successo con il passare del tempo per le nuove tecnologie, la soluzione potrebbe essere a portata di mano.

Di seguito uno schema che spiega, per quanto possibile, il processo di produzione:




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts