|  

domenica 2 dicembre 2012

Nel 2013 potrebbero arrivare dei display OLED in grado di essere piegati ed arrotolati.


Se fino a qualche anno l'idea di un display flessibile si presentava come un qualcosa di fantascientifico, adesso invece sembra essere diventata realtà. Infatti, stando a quanto riportato dal Wall Street Journal e dalla BBC, entro la prima metà del 2013 Samsung potrebbe introdurre sul mercato i primi smartphone dotati di schermo flessibile. Inoltre alcune fonti parlano di un Galaxy S4 atteso per il prossimo Maggio, che rappresenterà il primo dispositivo mobile dotato di display ultrasottile e pieghevole. Tuttavia al momento non è stato spiegato in che modo saranno impiegati questi nuovi schermi piegabili, anche se è facile comprendere che questa sarà una grande rivoluzione per smartphone, tablet, eBook reader e probabilmente anche PC e TV. Ma sicuramente saranno soprattutto i dispositivi mobili a trarne vantaggio, proprio perché gli indici secondo i quali i consumatori operano la propria scelta sta ulteriormente variando; difatti diversi anni fa era la ricezione a tenere banco, poi si è arrivati a dare maggiore importanza alle applicazioni disponibili, ed in questi mesi il display sta diventando elemento di grande importanza, anche anche prendendo in considerazione il fatto che un numero sempre crescente di persone è solita visualizzare contenuti TV sul proprio dispositivo mobile. Ad ogni modo questa nuova tecnologia era già stata presentata dall'azienda sudcoreana nel corso del "Consumer Electronics Show 2011", durante il quale Samsung ha mostrato uno mini-schermo arrotolabile di 4,5 pollici e spesso 0,3 millimetri. In pratica questi display grazie alla tecnologia OLED, (acronimo di Organic Light Emitting Diode), in grado di emettere luce propria senza aver bisogno di componenti aggiuntivi per essere illuminati, possono essere facilmente piegati ed arrotolati. Ma comunque i display flessibili non è prerogativa assoluta di Samsung. Infatti molti altri produttori come Sony, Apple, LG, SHARP e Nokia hanno già realizzato dei prototipi simili che da diverso tempo sono in corso di sperimentazione. Tuttavia problemi legati ai costi di produzione ne avrebbero rallentato la commercializzazione. Per di più Samsung ha lavorato a lungo su queste tecniche ed a quanto pare avrebbe individuato il giusto modo per avviarne la produzione di massa.  In ogni caso sembra che in un futuro non troppo lontano i display flessibili potrebbero rivoluzionare completamente il nostro modo di scegliere un dispositivo. E molto probabilmente la valutazione di uno smartphone o di un tablet non sarà più condizionata dalle dimensioni dello schermo; il che potrebbe cambiare totalmente la sistemazione nel mercato della telefonia.

Di seguito alcuni esempi di "display flessibili":
... e di come potrebbero essere utilizzati: 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts