|  

giovedì 17 gennaio 2013

Arriva Dell Wyse "Progetto Ophelia", il primo "computer da tasca".


Ai giorni d'oggi la tendenza di molti produttori di computer e laptop di tutto il mondo è quella di immettere sul mercato dispositivi sempre più leggeri e progettati per essere facilmente tascabili, ma tuttavia nessuno può battere l'ultimissima creazione della Dell, (una delle più importanti e famose aziende statunitensi produttrici di computer e sistemi informatici al mondo); almeno per il momento. Infatti di recente l'azienda in questione ha fatto sapere di aver realizzato un innovativo dispositivo al quale ha dato il nome di Dell Wyse "Progetto Ophelia". In pratica il suddetto dispositivo, presentato in occasione dell'edizione di quest'anno del CES, (acronimo che indica il Consumer Electronics Show, vale a dire l'annuale fiera dell'elettronica di consumo che ha luogo a Las Vegas nel mese di Gennaio), è leggermente più grande di una comune chiavetta USB e consente agli utenti di trasformare automaticamente in un vero e proprio PC un qualsiasi schermo, (anche TV), senza utilizzare un tablet, un altro computer oppure uno smartphone. Inoltre il dispositivo è stato dotato di Bluetooth, (al quale poter collegare mouse, tastiera e altri dispositivi), e Wi-Fi, (ovviamente per accedere ad Internet), integrati con un sistema operativo Android e con tutte le funzioni di un normale tablet. Tuttavia grazie ai servizi di cloud computing forniti dalla stessa casa produttrice sarà possibile accedere a contenuti di vario genere e persino ad ulteriori sistemi operativi più complessi. Al riguardo i responsabili del Dell Wyse "Progetto Ophelia" hanno spiegato: "Oggi le persone hanno sempre più bisogno di accedere in maniera sicura ai loro contenuti personali e professionali dovunque siano e nonostante il rapido avanzamento della tecnologia mobile, ci sono ancora problemi per l'accesso alle informazioni quando si è via dall'ufficio". Ed hanno proseguito dichiarando: "Non c'è alcun semplice modo, ad esempio, di accedere a foto, musica o video da un cloud personale quando si è lontano da uno smartphone, un PC o un tablet. Allo stesso modo, i lavoratori hanno difficoltà ad accedere in modo sicuro e condividere le applicazioni di lavoro, presentazioni e contenuti se si trovano lontano dai loro dispositivi abituali, o, peggio, se i loro dispositivi mobili sono fuori posto oppure non funzionano durante un viaggio". Ed, infine, hanno concluso spiegando: "Basato sulla tecnologia del software Dell Wyse già utilizzato su milioni di dispositivi, il "Progetto Ophelia" trasforma schermi normali in una finestra di intrattenimento, di comunicazione ed in un servizio cloud strettamente personale. Il dispositivo consente, inoltre, agli utenti aziendali di trasformare istantaneamente un display in uno strumento flessibile, gestito in modo sicuro, e abilitato alla comunicazione "thin client" per il lavoro, dimostrazioni o presentazioni. Queste funzionalità sono confezionate in un dispositivo poco più grande di una chiavetta USB che si auto-alimentata grazie al monitor a cui viene collegato, (oppure separatamente tramite una comune porta USB di un qualsiasi PC), e si adatta facilmente all'interno della vostra tasca". Oltretutto è stato reso noto che questo "computer tascabile" sarà pronto per la commercializzazione entro il primo semestre di quest'anno, e sebbene il prezzo non sia ancora stato rivelato, in molti prevedono che dovrebbe aggirarsi intorno ai 50 dollari.

Di seguito un'immagine che illustra, (per quanto possibile), come funziona il "Progetto Ophelia":
 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts