|  

sabato 9 febbraio 2013

Ouya, GameStick e Project Shield: Le tre console Android destinate a competere tra loro.


Di recente è stato annunciato che a breve Ouya, vale a dire la tanto attesa console Android basata su piattaforma Tegra 3, potrà essere acquistata in tutti i negozi specializzati ad un prezzo di 99,99 dollari. In pratica la scaletta prevede la distribuzione della console a Marzo per tutti gli utenti che hanno finanziato il progetto su Kickstarter, (stando alle stime, sono stati raccolti più di 8,5 milioni di dollari da oltre 63.000 persone, superando di gran lunga la richiesta iniziale di soli, si fa per dire, 950.000 dollari), mentre gli ordini sul sito ufficiale saranno disponibili da Aprile, e l'ultimo passaggio riguarderà la grande distribuzione nei negozi statunitensi e su Amazon, che però avvieranno le vendite a partire da Giugno. Inoltre il pacchetto includerà la console, (che ha la forma di un piccolo cubo ed è stata dotata di 1GB di RAM e 8GB di memoria interna a cui si accompagnano la presa HDMI con supporto a 1080p HD per il televisore, il wireless, una porta USB e Bluetooth incorporato), ed un joypad. Tuttavia per poter acquistare un secondo controller si dovranno spendere ulteriori 49,99 dollari. Al riguardo Julie Uhrman, amministratore delegato di Ouya, ha ammesso che si tratta di un prezzo considerevole per un controller, ma ha anche spiegato che l'inclusione di un touchpad giustifica la spesa. Ed ha poi specificato: "La nostra strategia è molto simile a quella del mondo mobile. Ci sarà una nuova Ouya ogni anno. Sfrutteremo l'avanzare della tecnologia ed il calo dei prezzi, quindi potenzieremo la nostra console quando possibile assicurandoci che tutti i giochi siano retrocompatibili. Ci avvantaggeremo di processori migliori, più veloci e disponibili a prezzi sempre più competitivi. In questo modo se dovessimo riuscire ad inserire più di 8GB di memoria flash nel nostro dispositivo lo faremo sicuramente e nel farlo ci assicureremo della retrocompatibilità di tutti i videogiochi. Il nostro debutto avverrà con Tegra 3. Si tratta di un chip quad core A9, ma visto che Ouya non è un dispositivo mobile non abbiamo la necessità di bilanciare la potenza per preservare la durata della batteria. Così quando i quattro core saranno sotto sforzo si potrà raggiungere una frequenza di 1.6 GHz. Ouya sarà il miglior dispositivo Tegra 3 sul mercato". Oltretutto le parole altisonanti di Julie Uhrman sono state accompagnate anche da qualche informazione sui giochi, i quali saranno collegati ad un account specifico. In questo modo anche se gli utenti compreranno una nuova versione della console potranno trasferire i contenuti da un dispositivo all'altro. Per di più gli ultimi dati parlano di più di 450 giochi attualmente in fase di sviluppo; fra questi: The Cave, ovvero la nuova avventura grafica di Ron Gilbert, (creatore della saga di Monkey Island); e Double Fine Adventure, vale a dire il progetto di Tim Schafer che ha letteralmente sbancato Kickstarter e che debutterà esclusivamente su Ouya. Questo però non esclude che in un secondo momento possa comunque arrivare su altre piattaforme, come le console di Nintendo, Sony e Microsoft, ma per ora lo studio non ha pianificato la conversione del titolo su altri dispositivi. Ad ogni modo gli appassionati potranno giocare con quest'avventura anche su Pc, Mac, Linux, dispositivi iOS ed Android. Tuttavia la partnership con il team di Double Fine Adventure non è l'unica collaborazione siglata dai responsabili di Ouya. Infatti Julie Uhrman ha annunciato di aver avviato "un'alleanza strategica" con Paul Bettner, creatore di Words With Friends, (ovvero un gioco molto popolare sui dispositivi mobile), il quale fatto sapere di avere già in cantiere due giochi non ancora annunciati per la piccola console Android ed ha commentato: "I giocatori vogliono l'App Store nei loro salotti. Ouya sarà il primo dispositivo a portarglielo e cambierà tutto. Di nuovo". Comunque sia Ouya non sarà sola; infatti avrà una "rivale" chiamata GameStick. In pratica si tratta di un'altra console Android nata sempre su Kickstarter con il preciso intento di battere Ouya sul prezzo, poiché sarà distribuita al un prezzo di 79 dollari. Inoltre, come dice il nome stesso, GameStick è racchiusa all'interno di una sorta di pennetta USB che offre un processore dual core Amlogic 8726-MX da 1.5 Ghz, 8GB di RAM ed i moduli Wi-Fi e Bluetooth. Però la pennetta ha solo una HDMI con supporto a 1080p HD che va collegata direttamente al televisore per far comunicare i due stick analogici, (inclusi nella vendita), con lo schermo. Insomma le premesse per battere Ouya ci sono tutte tanto che la sfida si giocherà anche sull'arrivo nel mercato, previsto anche in questo caso nel mese di Aprile. Ma non è finita qui; infatti esiste un'altra console con sistema operativo Android presentata al CES 2013 che punta a competere con le due appena descritte. Si chiama Project Shield e può contare sulla potenza economica e di risorse di NVIDIA, uno dei maggiori produttori di schede grafiche per gamers. Inoltre anche questa console è stata dotata di un procesore quad core Tegra 4, 1GB di RAM, 8GB di memoria interna, una presa HDMI con supporto 1080 HD, Wi-Fi, Bluethoot ed una porta USB. In sostanza nella forma ricorda il joypad della Xbox 360, ma con in più uno schermo multi touch reclinabile da 5 pollici con risoluzione a 720p. Il suo funzionamento è particolare: grazie ad un'applicazione si connette in streaming al computer fisso o portatile e ne legge i giochi sfruttando la potenza di calcolo del computer stesso. In più può accedere al negozio digitale Steam per scaricare nuovi titoli e, come nel caso della Wii U, può funzionare da monitor aggiuntivo mentre si gioca con il computer. Inoltre un video, (che trovate qui), appena uscito la mostra in azione con Borderlands 2, un titolo molto esigente a livello hardware, e tutto sembra filare liscio. Ma dopotutto, come già spiegato, il "lavoro sporco" lo fa il computer. Tuttavia sono ancora top secret la data di uscita ed il prezzo, anche se le ultime indiscrezioni propendono per lo sbarco sul mercato verso il prossimo Giugno ed, oltretutto, c'è chi pensa che potrà avere un prezzo decisamente basso per sbaragliare la concorrenza. Però non sarà così facile, considerando l'animo battagliero di Ouya e GameStick.


Di seguito le immagini di come si presentano le tre console:
Ouya con relativo controller.
GameStick e relativo controller.
Project Shield.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts