|  

lunedì 4 marzo 2013

Facebook si prepara a cambiare di nuovo la Timeline, ma sta perdendo i giovani.


Rieccomi qua a parlare di Facebook, l'ormai popolarissimo Social Network in Blu, il quale, come già si preannunciava da tempo, sta per modificare nuovamente la Timeline, (o Diario). In pratica questa novità, (ovvero la seconda nel giro di pochi mesi dopo il lancio del motore di ricerca Graph Search, che promette innovativi livelli di interconnessione), sarà annunciata ufficialmente il prossimo 7 Marzo nella sede di Menlo Park. Ma non sarà l'unica modifica; infatti i responsabili del Social Network hanno deciso di aggiornare, assieme alla Timeline, anche la sezione Notizie per quanto riguarda la versione per smartphone, che avrà un aspetto a schermo intero, con testi sovrapposti alle immagini. In pratica l'azienda americana, come già anticipato, sta sperimentando la nuova versione della Timeline da un paio di mesi, e, come si può intuire da alcune foto circolate in Rete, le principali novità riguarderebbero: la nuova la barra degli strumenti sotto l'immagine di copertina; le informazioni sull'utente sistemate sotto la foto a sinistra in maniera più corposa; ma soprattutto la parte centrale della pagina riservata allo status che tornerebbe di nuovo più visibile ad una sola colonna. Insomma più o meno com'era in passato, prima dell'attuale modifica che aveva scatenato non poche polemiche degli utenti. Inoltre il nuovo look dovrebbe risultare più funzionale per la versione mobile e, secondo alcuni analisti, alla pubblicità, che di recente si è arricchita con l'acquisto di Atlas Solutions, vale a dire la piattaforma Microsoft che misura l'efficacia delle pubblicità sul proprio sito, ma anche sugli altri. Tuttavia lo stesso Facebook ha ammesso alla SEC che gli utenti più giovani stanno abbandonando il sito per altri prodotti considerati "più cool", (tra cui Snapchat oppure Instagram, che, a detta dei giovani, consentono di comunicare con più intimità). E dunque rispunta il dibattito sul gradimento degli utenti, in particolare quelli più giovani, che solitamente determinano i trend. Al riguardo su businessinsider.com è stato pubblicato un articolo intitolato: "È ufficiale, i teenager sono annoiati da Facebook". In sostanza, secondo il suddetto articolo, nel quale sono menzionati esperti e sviluppatori di applicazioni, i giovani visitano oramai pochissimo il Social Network di Mark Zuckerberg e non usano più neanche la chat perché: "Ogni volta che si collegano sono contattati proprio dalle persone a cui non vorrebbero scrivere". Ed anche il blog di tecnologia The Verge s'interroga su quanto Facebook sia ancora interessante per i giovani, scrivendo: "Un tempo era bello raccontarsi e pubblicare le proprie foto. Ora invece si cercano posti in cui comunicare con più intimità come Snapchat, l'applicazione che veicola foto e informazioni a tempo, (cioè "usa e getta"), per non lasciare tracce sui dispositivi; oppure come Instagram, l'applicazione per il fotoritocco che però è sempre di proprietà di Mark Zuckerberg". Oltretutto l'opinione dei teenager statunitensi troverebbe conferma anche nell'ultimo report annuale pubblicato a Febbraio dallo stesso Facebook. Nel quale si può leggere: "Crediamo che alcuni dei nostri utenti, in particolare i più giovani, siano consapevolmente attivi con altri prodotti e servizi simili a Facebook, per somiglianza o in sostituzione ad esso. Per esempio, riteniamo che alcuni dei nostri utenti abbiano ridotto il loro impegno con Facebook a favore di un impegno maggiore con altri prodotti e servizi come Instagram. Quando i nostri utenti entrano in contatto con altri prodotti e servizi, si può verificare un calo del loro coinvolgimento e la nostra attività potrebbe essere danneggiata". E quindi adesso il compito di Facebook sarà quello di: arginare la fuga degli under 20 tramite la versione per smartphone; rilanciare la Timeline senza irritare gli utenti per un cambiamento imposto a solo un anno dal precedente; ed, infine, vincere la scommessa del Graph Search senza causare nuovi casi di violazione della privacy.

 Di seguito le immagini della nuova Timeline:



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts