|  

venerdì 1 marzo 2013

ROBERT PLANT: Quasi pronto un nuovo album da solista.


Circa due mesi fa, (per la precisione ad inizio Dicembre), Robert Plant, leggendario frontman dei Led Zeppelin, aveva annunciato di aver scritto un nuovo album con la sua attuale band di supporto, (ovvero i The Sensational Shape Shifters), ed assieme al cantante e produttore, nonché suo chitarrista e storico collaboratore, Buddy Miller. E dunque il 2013 di Robert Plant, dopo un 2012 occupato quasi totalmente dalla promozione di "Celebration Day", sambra possa riservare qualche bella sorpresa per tutti i suoi fan; infatti, stando a quanto ha dichiarato in questi giorni Buddy Miller, il cantante britannico avrebbe praticamente ultimato il suo nuovo album in studio, e che quest'ultimo potrebbe essere esposto sugli scaffali dei vari negozi entro la fine dell'anno in corso. In pratica, secondo le prime indiscrezioni, questo album, (che arriverà dopo il fortunato "Raising Sand" del 2007 con Alison Krauss e "Band of Joy" del 2010 con la sua omonima band; vale a dire due album incentrati essenzialmente sul repertorio di altri artisti), sarà composto solamente da inediti originali. Al riguardo Buddy Miller durante un'intervista di Radio.com ha spiegato: "Ci sia trovati ed abbiamo scritto un mucchio di nuove canzoni. Robert voleva che scrivessimo insieme, allora gli ho detto: "Perché non vieni a casa mia? Piazziamo il nostro batterista, Marco Giovino, dietro ai tamburi e vediamo cosa succede". Così ci siamo chiusi nel mio studio. Poco prima di iniziare, ho pensato: "Se dobbiamo scrivere, sarà bene tenere dei microfoni accesi, per non perderci niente". Sono contento di averlo fatto; quello che abbiamo messo su nastro suona benissimo. È molto elettrizzante; direi che suona molto più rock di qualsiasi cosa che abbiamo fatto fino ad ora. Abbiamo registrato quasi tutto senza basso: io sono la chitarra baritono, o il basso a sei corde. È qualcosa di molto rock e tribale". Ed, infine, ha concluso precisando: "L'album è praticamente pronto. Mancano solo dei cori, e delle parti vocali che Robert deve rifare. Credo che lo voglia finire. È molto orgoglioso delle canzoni, ma lui, accidenti, è Robert Plant, e di quello che abbiamo fatto può farci quello che vuole".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts