|  

lunedì 15 aprile 2013

Calimero compie 50 anni e per l'occasione tornerà con una nuova serie Tv tridimensionale.

Immagine tratta dalla nuova serie Tv.

In occasione del 50° anniversario di Calimero, (il famoso famosissimo pulcino "piccolo e nero" creato da Nino Pagot, Toni Pagot ed Ignazio Colnaghi e che debuttò per la prima volta in Italia il 14 Luglio 1963 sul piccolo schermo in bianco e nero), il Future Film Festival di Bologna, (noto anche con la sigla FFF ed in programma fino al prossimo 17 Aprile), ha deciso di dedicargli domani alle ore 14:00 presso il Cinema Lumière di Piazzetta Pier Paolo Pasolini un evento speciale battezzato "Calimero, tuorlo d'uomo". Al riguardo Umberto Eco ha dichiarato: "Simbolo dell'animazione made in Italy fin dal sipario di Carosello, Calimero è divenuto una vera e propria icona, perché quando un personaggio genera un nome comune infrange la barriera dell'immortalità ed entra nel mito: si è un Calimero come si è un Don Giovanni, un Casanova, un Don Chisciotte, una Cenerentola, un Giuda". Ad ogni modo l'omaggio del FFF, a cura di Mario Serenellini, proporrà una ricca antologia che ripercorre le tappe più importanti della storia, (anche grafica), del personaggio, attraversando mezzo secolo di storia del cartone animato: dai primi spot pubblicitari creati per la società di detersivi, Mira Lanza, del 1963, alle varie serie post-pubblicitarie del 1974, (tra cui "Le avventure di Calimero e Priscilla"; la pulcina del cuore), fino ad arrivare all'assaggio, in anteprima mondiale, della nuova serie televisiva, attualmente in fase di realizzazione in Francia. In pratica questa sarà la prima volta che Calimero verrà proposto in una serie Tv tridimensionale, (tecnicamente nota con la sigla CGI; ovvero Computer-generated imagery), composta da 104 episodi di circa 11 minuti ciascuno, (prodotta dalla Alphanim, con lo Studio Campedelli e Rai Fiction per l'Italia, lo zampino elettronico dello studio torinese Animoka e la distribuzione di Disney Europa), la cui messa in onda in Italia, su Rai 2, è prevista per la fine del 2013 e l'inizio del 2014. Inoltre l'omaggio a Calimero rappresenterà il dodicesimo appuntamento con la sezione "Archeologia del futuro" che Mario Serenellini cura per il Future Film Festival sin dal 2002; in poche parole si tratta di una sezione che si occupa dei pionieri del futuro animato, di ciò che è stato avveniristico sugli schermi del passato. Oltretutto tra le tante anticipazioni, di cui Calimero è stato il piccolo profeta, ci saranno anche i rampanti "Angry Birds", al centro proprio in questi giorni dell'ExpoPixel, (la fiera del digital entertainment promossa fino al 17 Aprile dal FFF e dalla BolognaFiere), ed il cui boom di popolarità li renderà protagonisti di un lungometraggio previsto per il 2015/2016. In tal proposito Giulietta Fara, la direttrice del festival e project manager della fiera, ha osservato: "La diversità e la protesta di Calimero furono, 50 anni fa, l'equivalente dei pennuti finlandesi di oggi".

Di seguito il primo trailer della suddetta serie Tv:



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts