|  

giovedì 6 giugno 2013

METALLICA: Robert Trujillo parla dell'Orion Festival, del film 3D, del nuovo album, di St. Anger, di Lulu e di James Hetfield.


In questi giorni i Metallica si stanno preparando per affrontare la seconda edizione del loro "Orion Music + More Festival", che quest'anno avrà luogo questo fine settimana, (il prossimo 8 e 9 Giugno), a Detroit. E sempre in questi giorni Robert Trujillo, (bassista della band), in diverse interviste ha parlato del suddetto festival, del film 3D "Metallica Through the Never", dei progressi della band sul nuovo album, del 10° anniversario dell'album St. Anger, (nonché anniversario della sua esperienza con la band), di Lulu, (album di Lou Reed in collaborazione con i "Four Horsemen"), e molto altro, tra cui anche della fortuna di avere un frontman come James Hetfield. In pratica durante un'intervista di Banana 101.5 il bassista riguardo la seconda edizione dell'Orion Music + More ha dichiarato: "In realtà attualmente ci stiamo rilassando con i fan. Comunque come lo scorso anno, ci saranno molte attrazioni. Non è che noi particeperemo ad un festival e poi ce ne andremo. Effettivamente staremo lì un paio di giorni, presentando diverse band e James avrà un suo "show car", poiché questa è una delle sue più grandi passioni. Questo è quello che fa. Infatti lui è anche un costruttore di auto personalizzate... Kirk invece avrà la sua "Cripta" con tutti i suoi cimeli del mondo dell'horror... lui possiede un'incredibile collezione di manifesti di film ed anche un guardaroba simile a quello di alcuni film e cortometraggi". Ed ha poi continuato spiegando: "Io avrò una zona con una rampa di skate targate Vans. Indosso scarpe Vans da quando ero un ragazzino; le indosso anche quando sono sul palco e sono cresciuto tra skate e surf. Quindi ci sarà questa rampa in cui si esibiranno alcuni dei miei eroi come Christian Hosoi, Steve Caballero e Tony Trujillo ed anche molti giovani talenti. Ad ogni modo, ultimo ma non meno importante Lars avrà la sua tenda dei film. È un vero e proprio cinefilo molto appasionato. Risponderà a delle domande riguardanti film specifici che lui stesso porterà e presenterà durante il weekend". Mentre per quanto riguarda il film 3D ha dichiarato: "Abbiamo preparato uno o due trailer per l'Orion Music + More Festival. Ne siamo molto entusiasti. Voglio dire, questo è un passo enorme ed una grande sfida per noi. Io dico sempre che essere un membro dei Metallica è come un brandello della tua stessa esistenza. Tutto ciò che devi fare è davvero rischioso. Non sai quale sarà il risultato. Penso che sia quello che ha reso grande la band. Ad esempio, il nostro 30° anniversario al Fillmore di San Francisco. Abbiamo reclutato artisti da ogni parte del mondo per venire a cantare per noi. Ovviamente non lo abbiamo fatto per soldi. Il tutto è stato fatto per i nostri fan. Cosa che la maggior parte delle band non avrebbe fatto. Ci dicevano: "Siete pazzi! È impossibile! Come avete intenzione di far stare sullo stesso palco i Diamond Head, i Mercyful Fate, King Diamond, Glenn Danzig, Ozzy Osbourne, Geezer Butler e Lou Reed". Ma questi siamo noi; non ci facciamo sfuggire queste occasioni pazzasche. "Through the Never" è una di queste occasioni; come lo è l'Orion Festival. È quello per cui di cui viviamo e, credo, sia ciò che rende speciali i Metallica". Successivamente Robert Trujillo ha parlato anche del prossimo album della band, (che dovrebbe essere una continuazione di Death Magnetic), spiegando: "C'è un arsenale, anni ed anni di riff che abbiamo registrato. Che vanno dalle registrazioni con i nostri smartphone alle registrazioni delle nostre jam nelle sale di registrazioni con strumenti professionali. James, ad esempio, a volte inserisce la spina alla sua chitarra, regola la manopola del volume, e ne viene fuori con i più grandi riff del mondo. Insomma si tratta di una sorta di processo ad eliminazione per vedere cosa va abbastanza bene per quello che stiamo cercando di fare e quindi ci vuole un po' di tempo". Ed anche se Robert Trujillo non ha fatto parte delle registrazioni dell'album St. Anger, ma è entrato a far parte della band durante la sua distribuzione, ha ricordato questi 10 anni dichiarando: "È stato come essere gettato in una sorta di "ciclo di lavaggio"... è stato molto travolgente. Ho dovuto imparare non solo il catalogo musicale... ma in realtà non conoscevo bene quello che avrei dovuto imparare perché ogni membro della band mi avrebbe detto qualcosa di diverso. Credo che si trovassero in un periodo di transizione relativo a ciò che realmente pensavano di voler suonare e non riuscivano ad ottenere una risposta diretta. Così ho imparato quanto ho potuto senza ben sapere e poi ho dovuto imparare il materiale di St. Anger, che era piuttosto complesso. È stato quasi come imparare a suonare per la prima volta. Ovviamente c'erano delle scadenze in quel momento. Così ho dovuto imparare una moltitudine di cose e poi c'è stato il concerto a San Quentin State Penitentiary. Quello era il mio primo concerto con i Metallica, ed è stato piuttosto folle. Io non sapevo la disposizione della terra sul palco. Così mi sono seduto vicino ad un microfono, per fare da coro, quando tutto ad un tratto è arrivato Jamesspingendomi via ed io ridendo gli ho detto: "Che cosa sta facendo?". Perché non mi rendevo conto loro erano soliti a scambiarsi i microfoni. È stata una esperienza di apprendimento in una fase molto surreale a San Quintino... è stata una bella sfida... in realtà non ricordo nemmeno con precisione quel concerto perché era così surreale e sono sicuro che avrei avuto difficoltà a guardare il video di la performance perché ero particolarmente nervoso". Comunque sia in un'altra recente intervista del Detroit Free Press il bassistta ha parlato anche del chiaccherato e criticato Lulu, spiegando: "Ci sono state recensioni contrastanti sulla nostra esperienza con Lou Reed. Alcune persone hanno pensato che era una fantastica affermazione artistica. Molti dei fan dei Metallica hanno pensato che fosse spazzatura. Bisogna cogliere le opportunità e seguire il flusso. Abbiamo provato a divertirci. È questo lo scopo, essere creativi; a volte funziona, altre no. È questo che rende la band speciale: i Metallica possono suonare con un orchestra e collaborare con Lou Reed, il tutto improvvisando in territori inesplorati. Di questi tempi è importante essere rilevanti. Abbiamo tante ispirazioni, vogliamo provare cose. Finanziariamente, può essere impegnativo. Vogliamo trasmettere la nostra passione per la musica. Quando attacchiamo le chitarre, torniamo ragazzini. Questo ci distingue da molte band invecchiate, noi ci connettiamo ancora così. Abbiamo tanti riff che fatichiamo a tenerli insieme in un brano. È un bel problema da avere!". Ed, infine, in un'altra intervista di VH1 Radio Network, ha parlato della fortuna di avere James Hetfield dichiarando: "Di solito, proviamo, ma facciamo prove per un periodo limitato di tempo. Abbiamo una sala prove quando andiamo in tour ed, ovviamente, abbiamo uno studio dove registriamo ogni riff, ogni abbozzo di serie di accordi, ogni progressione o ritmica, ogni linea di basso, tutto quello che ci viene in mente; poi lo archiviamo e facciamo un processo di "scrematura". James Hetfield ha, per dire, migliaia di riff e sono tutti grandiosi. I suoi riff peggiori sono come i migliori di un altro gruppo. Siamo benedetti... una benedizione che è anche una maledizione, visto che abbiamo tante idee fiche ed è difficile scegliere quelle che devono sopravvivere, almeno per me. Quello che conta è che sentiamo tutte le idee, andiamo in studio e suoniamo quelle idee e magari dopo pochi minuti troviamo un arrangiamento e riusciamo ad inserirle. Poi mettiamo tutto da parte e passano, magari, otto mesi prima di vedere come regge e come si trasformano in canzoni". Per di più sempre in questi giorni i Metallica hanno annunciato che, per la prima volta in 31 anni di carriera, si esibiranno anche in Cina. In pratica il concerto avrà luogo il prossimo 13 Agosto alla Mercedes-Benz Arena di Shanghai. Al riguardo i "Four Horsemen" hanno fatto sapere: "È molto raro per noi poter visitare un Paese per la prima volta, quindi è un annuncio extra speciale. Dopo 31 anni di viaggi in quasi tutti gli angoli del mondo, avventure selvagge ed emozionanti, arriveremo finalmente in Cina!".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts