|  

mercoledì 31 luglio 2013

Il primo "hamburger artificiale" creato in laboratorio tramite l'utilizzo di alcune cellule staminali bovine.


Molti film di fantascienza da sempre fanno immaginare un futuro in cui la necessità di nutrirsi sarà soddisfatta assumendo qualche pillola contenente un concentrato di tutte le sostanze nutritive necessarie all'organismo. Tuttavia la realtà sta assumendo contorni differenti ed ai giorni d'oggi gli scienziati anziché proporre pasti in compresse stanno addirittura provando a ricreare i cibi in laboratorio. Ed a quanto pare ci sono riusciti; infatti il primo prodotto di questo tipo che presto potrebbe arrivare nel piatto dei consumatori sarà un "hamburger artificiale" che verrà presentato ufficialmente a Londra la prossima settimana, (alcune voci fanno sapere il prossimo 5 Agosto), durante un esperimento che promette di rivoluzionare l'industria alimentare. In pratica di lui si è già parlato a lungo: prodotto da un gruppo di ricercatori olandesi dell'Università di Maastricht, l'hamburger in questione è formato da sottili strisce di tessuto muscolare realizzate a partire da delle cellule staminali, (in particolar modo le cosiddette cellule miosatelliti; normalmente utilizzate dall'organismo per riparare i danni ai muscoli), ottenute tramite dei prelievi dai muscoli presenti nel collo dei bovini. In sostanza, dopo una fase di coltivazione in un apposito liquido, le staminali sono state trasferite su un velo di gel e private di molti dei nutrienti di cui hanno bisogno per crescere; in questo modo è stato indotto il loro differenziamento in cellule muscolari che, con il passare del tempo, si sono organizzate in fibre muscolari primitive dette miotubi e, successivamente, in elementi ricchi di proteine ed in grado di contrarsi. Ad ogni modo il risultato finale è stata una sottile striscia di carne, che poi è stata macinata assieme a circa altre 20.000 striscie per essere trasformate, appunto, nell'hamburger artificiale. Perciò non è difficile immaginare quanto possano essere stati elevati i costi di produzione: circa 250.000 sterline, (equivalenti a circa 290.000 euro), per un solo hamburger, ottenute grazie al finanziamento del governo di Amsterdam e di un anonimo milionario. Comunque al riguardo Mark Post, principale autore della ricerca dell'Università di Maastricht, ha garantito che il suo sapore sarà abbastanza buono, tanto che alla presentazione londinese del 5 Agosto verrà cotto aggiungendo solo un po' di sale e di pepe. Mentre l'Assessore all'Agricoltura del Veneto, Franco Manzato, non ha nascosto il suo sconcerto e le sue perplessità, dichiarando: "Il migliore augurio che possiamo fare alle future generazioni, in tutto il mondo, è che continuino a nutrirsi con cibi frutto della terra e non artificiali, che abbiano gusto, differenze e qualità non "iniettate", quelle che hanno permesso al genere umano di evolversi fino ai nostri giorni". Ed ha poi concluso spiegando: "Non riesco ad immaginare una umanità talmente immiserita da doversi nutrire con alimenti artificiali rinunciando al sapore delle pietanze che l'hanno nutrita per centinaia di migliaia di anni, e francamente non credo che questa sia la prospettiva per vincere la fame nel mondo, ma piuttosto un tentativo, teoricamente legittimo, di trarre profitto alle spalle degli agricoltori e dell'umanità stessa. Una ipotesi come questa mi ricorda piuttosto Fritz Lang o esperimenti aberranti sul miglioramento della razza. Azzardo che forse sono esperimenti figli semplicemente della mancanza di gusto". Di sicuro si tratta di qualcosa di alquanto diverso rispetto ai sostituti della carne già presenti sul mercato, (come, ad esempio, le bistecche di soia). Ed inoltre, anche se l'idea di produrre carne artificialmente si lega perfettamente con le motivazioni di molti vegetariani, vegani ed ambientalisti, che vedono negli allevamenti una fonte di inquinamento e di sfruttamento eccessivo degli animali, questo processo di produzione non esclude completamente l'uso di elementi di origine animale: a partire dal tessuto da cui vengono prelevate le staminali, e da alcuni componenti dei liquidi in cui sono "coltivate". Per questo motivo è altamente probabile che in molti non accetterebbero di consumare questa carne anche se non derivante dalla macellazione degli animali. Comunque sia per il momento il problema non sussiste, poiché, come hanno spiegato gli stessi ricercatori, prima di vedere hamburger e bistecche artificiali sugli scaffali dei supermercati passeranno almeno altri 10 anni.

Di seguito un'immagine che sintetizza l'intero processo:
http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2013/08/06/article-2384715-1B298543000005DC-270_634x267.jpg



martedì 30 luglio 2013

METALLICA: Dal 24 Settembre uscirà il doppio CD della colonna sonora del loro film 3D.


Dopo aver presentato al mondo intero il poster ufficiale ed un nuovo trailer riguardanti il loro tanto atteso film in 3D, ("Metallica Through The Never"), poco più di una settimana fa, in occasione del San Diego Comic-Con International, in questi giorni la band originaria di Los Angeles ha annunciato l'uscita di "Metallica Through The Never (Music from the Motion Picture)", vale a dire la colonna sonora del suddetto film-concerto che, come già spiegato in diverse occasioni, è stato registrato, con ben 24 telecamere utilizzate contemporaneamente per massimizzare l'esperienza 3D, circa un anno fa, (per la precisione a fine Agosto, durante lo spettacolare concerto che ha avuto luogo in uno dei più elaborati palchi mai progettati alla Rogers Arena di Vancouver), prodotto dalla Picturehouse Entertainment, diretto dal regista Premio Oscar Nimród Antal, e farà il suo debutto negli oltre 300 cinema IMAX statunitensi il prossimo 27 Settembre; mentre dal prossimo 4 Ottobre in tutti gli altri cinema, Italia compresa. Inoltre, come ormai noto, il film in questione vedrà come protagonista, (ovviamente oltre ai componenti di uno dei più storici ed importanti gruppi del mondo dell'heavy metal), anche il giovane Dane DeHaan, il quale interpreterà un roadie di nome Trip che sarà inviato in missione speciale per conto dei Metallica, (recuperare una tanica di benzina), durante un loro concerto sold-out, ma che per qualche strano motivo si ritroverà davanti ad un caos urbano post-apocalittico. Ad ogni modo riguardo la suddetta colonna sonora, i Metallica tramite il loro sito ufficiale hanno fatto sapere che si tratterà di una raccolta che conterrà il meglio dei live registrati, appunto, lo scorso anno durante gli stupefacenti concerti al Rexall Place di Edmonton ed alla Rogers Arena di Vancouver. Al riguardo il batterista della band, Lars Ulrich, ha spiegato: "Ascolterete una vera colonna sonora old school! Non solo siamo pazzi di gioia davanti alla prospettiva che stiate per guardare il film, ma anche il fatto che possiamo condividere la sua musica direttamente con voi è fottutamente fico". In pratica il tutto sarà organizzato in un doppio album, (intitolato, appunto, "Metallica Through The Never (Music from the Motion Picture)"), per un totale di 16 brani, che uscirà tramite la Blackened Recording, (nuova etichetta creata a Dicembre dagli stessi Metallica), il prossimo 24 Settembre, ovvero qualche giorno prima del film. Tuttavia questo doppio CD è già stato reso disponibile in pre-ordine per la versione digitale su iTunes, (a questo indirizzo), oppure per la versione CD sul Met Store, (a questo indirizzo). Per di più in autunno sono previste due ristampe: la prima in versione vinile a 33 giri e la seconda in versione "special edition limitata" a 45 giri.


Di seguito la tracklist del doppio CD:

Disco 1:
Disco 2:
01. Master of Puppets
02. Battery
03. Nothing Else Matters
04. Enter Sandman
05. Hit the Lights
06. Orion



lunedì 29 luglio 2013

Wicked Paradise, il primo videogame erotico basato sulla realtà virtuale.


Si chiama "Wicked Paradise", (in italiano "Paradiso Diabolico"), è stato ideato da Jeroen van Den Bosch, (un'imprenditore belga che ha dato vita ad una azienda start-up con l'obiettivo di mettere a punto videogiochi per soli adulti), e promette di essere il primo videogame erotico basato sulla realtà virtuale al mondo, il cui lancio è previsto per il 2014. Tuttavia non si tratterà esattamente di qualcosa di pornografico, bensì "a sfondo sessuale". Il che, secondo gli esperti del settore: "È un compito difficilissimo, in quanto i movimenti dei caratteri animati dei videogame risultano troppo irreali ed i giocatori sono costretti, per partecipare, ad usare strumenti hi-tech che rendono il tutto più laborioso che divertente". Ma ad ogni modo Jeroen van Den Bosch si dice convinto di aver creato il "prototipo del primo gioco avventuroso di realtà virtuale a carattere erotico". Inoltre ha spiegato che il gioco in questione è stato ispirato da giochi recenti come "Heavy Rain" e "The Last of Us", elogiati per la qualità dei movimenti e delle voci fuori campo, che hanno contribuito a creare personaggi realistici e dinamici con cui i giocatori possono interagire. Infatti al riguardo durante un'intervista della NBC ha dichiarato: "La qualità delle immagini generate dal computer è ad altissima risoluzione tanto da dar vita a personaggi che sembrano reali. Inoltre i giocatori del videogame useranno cuffie e occhiali speciali in grado di rendere le immagini più credibili". Ed ha poi puntualizzato: "Quello che stiamo creando è davvero straordinario. Non sarà pornografia; Il porno è qualcosa che si guarda, qui noi realizziamo qualcosa che si fa. Attualmente esistono migliaia di giochi sparatutto molto ben progettati che propongono emozioni negative, terrore e paura. Ma molto raramente si dispone di tentativi di creare emozioni positive come la passione, la seduzione e l'amore". Comunque sia, come viene, infine, spiegato anche sul sito ufficiale: "Wicked Paradise è un gioco di realtà avventura erotica virtuale progettato per l'Oculus Rift, un dispositivo rivoluzionario che permette a chi lo indossa di essere completamente immerso in un ambiente virtuale. Invece di guardare un film erotico o leggere un libro erotico, in cui il personaggio principale ha emozionanti avventure sessuali, si diventa quel personaggio!". Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale: http://wickedparadise.com/.

 Di seguito alcune immagini dell'Oculus Rift:
http://toucharcade.com/wp-content/uploads/2013/10/OculusRift1.jpg
http://gamingbolt.com/wp-content/uploads/2013/01/Oculus-Rift.jpg
http://www.geek.com/wp-content/uploads/2013/01/DSC03501.jpg
...ed il video del test d'animazione di Wicked Paradise:



domenica 28 luglio 2013

Falsi ricordi "impiantati" con successo nel cervello dei topi tramite l'utilizzo della optogenetica.


L'inserimento artificiale di falsi ricordi, (o meglio "sbagliati"), nel cervello di qualcuno a quanto pare non è solo un qualcosa visto in diversi film di fantascienza, (come ad esempio "Total Recall"), oppure su uno dei tanti programmi televisivi riguardanti il mentalismo, ma in un futuro non troppo lontano potrebbe diventare realtà ed utilizzato su chiunque. Infatti in un recente studio alcuni scienziati statunitensi del RIKEN-MIT Center for Neural Circuit Genetics, (noto più semplicemente come RIKEN_MIT Center oppure anche con al sigla CNCG), e del Massachusetts Institute of Technology, (meglio noto con la sigla MIT), sono riusciti, appunto, ad "impiantare" dei falsi ricordi nel cervello di alcuni topi da laboratorio; il che potrebbe aiutare a comprendere meglio quel fenomeno del richiamare alla mente esperienze che in realtà non si sono mai vissute. Tuttavia le implicazioni potrebbero essere davvero molte ed, al di là del campo medico-scientifico, potrebbero risultare anche alquanto inquietanti. Al riguardo il team di scienziati, coordinati dal dottor Susumu Tonegawa, (professore di Biologia e Neuroscienze e Direttore del RIKEN-MIT Center), ha fatto sapere che questi esperimenti forniscono un primo modello dal quale partire per poter studiare meglio i ricordi, sia reali che falsi, a livello delle sub-regioni dell'ippocampo, vale a dire la regione del cervello legata alla memorizzazione delle "esperienze". Ad ogni modo durante il suddetto studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Science, il dottor Susumu Tonegawa ed i colleghi sono riusciti a creare con successo un falso ricordo in topi geneticamente modificati manipolando, appunto, l'ippocampo ed il cosiddetto "engram cellulare", (ovvero la traccia mnemonica stampata in modo permanente sulla cellula), grazie ad una nuova tecnologia chiamata optogenetica. In sostanza i neuroni dei topi sono stati prima "programmati" in modo da rispondere a degli impulsi luminosi. In un secondo momento questi topi sono stati messi in un ambiente appositamente creato, (a cui è stato dato il nome di "ambiente A": un ambiente sicuro, dove non accadeva praticamente nulla), nel quale sono stati sottoposti alla stimolazione ad impulsi luminosi in modo da creare il ricordo dell'ambiente. Successivamente sono stati spostati in un secondo ambiente, chiamato "ambiente B", ed anche qui sono stati sottoposti ad impulsi luminosi con luce pulsata, al fine di riattivare la memoria dell'ambiente A, e nello stesso momento sono stati sottoposti ad una serie di stimoli negativi, (tra cui piccole scosse elettriche), in modo da far associare quell'esperienza negativa all'ambiente A. Così facendo, quando i topi sono stati ricollocati nell'ambiente A, (che in realtà era sicuro e dove non era accaduto nulla), i topi mostravano risposte di paura, in alcuni casi talmente intensa da rimanere del tutto paralizzati. Allo stesso modo, quando i topi venivano posti in un qualsiasi altro ambiente i ricercatori potevano riattivare il falso ricordo a loro piacimento grazie all'utilizzo degli impulsi luminosi. In tal proposito, secondo i ricercatori, il richiamare le false memorie ha dato vita ad una risposta attiva di paura in alcune parti del cervello collegate, rendendo il ricordo indistinguibile da uno vero e proprio. Mentre, infine, il dottor Susumu Tonegawa ha spiegato: "Anche gli esseri umani sono animali altamente fantasiosi, proprio come i topi, per cui possono creare un falso ricordo semplicemente associando sensazioni positive o negative ad un'esperienza che viene evocata in quel momento, appunto, formando un falso ricordo".


sabato 27 luglio 2013

Facebook: In arrivo "notifiche pubblicitarie" per utenti mobile ed un nuovo design per tutti.


Rieccomi qua a parlare di Facebook, (l'ormai famosissimo Social Network in Blu), il quale, dopo aver introdotto gli hashtag e gli "adesivi" nella chat, si prepara, come annunciato dallo stesso Mark Zuckerberg qualche mese fa, ad apportare ulteriori modifiche: una di queste sarà l'introduzione di notifiche pubblicitarie per quanto riguarda la versione mobile e l'altra riguarda una revisione quasi totale del suo design, che secondo molti, ricorda in tutto e per tutto quello adottato diversi mesi fa da Google+. In pratica la prima modifica, che molto probabilmente non piacerà più di tanto agli utenti, consisterà, come anticipato, nell'ininserimento di pubblicità nell'area delle notifiche della sua applicazione ufficiale. A farlo sapere è stato uno dei fondatori di Twitter, (il famoso Social Network dai 140 caratteri), Britt Selvitelle, il quale ha spiegato: "Un portavoce di Facebook ha gentilmente spiegato che stanno cercando un sistema per promuovere ulteriormente i giochi: al momento questo test è limitato agli smartphone e solo a coloro che giocano di solito sul Social Network". Ad ogni modo la seconda modifica, e forse anche quella più importante, riguarderà qualsiasi utenti e consisterà, appunto, in un rinnovamento quasi radicale del desing di Facebook. In sostanza gli aggiornamenti comprederanno: Notizie e foto più grandi nella sezione "Notizie"; Una nuova barra laterale per spostarsi in parti diverse; Diverse sezioni di notizie da consultare, come "Musica", "Foto", "Più Recenti" e "Tutti gli amici", (a destra); e lo spostamento delle richieste d'amicizia, i messaggi e le notifiche, che appariranno nell'angolo in alto a destra, (invece che a sinistra), del Social Network. Inoltre con l'introduzione della barra laterale, (che verrà posizionata sulla sinistra), spariranno, oltre alla chat, le voci "Preferiti", "Pagine", "Amici", "Gruppi", "Applicazioni" ed "Interessi"; o per meglio dire saranno tutte incorporate nella barra stessa. Per di più anche le voci posizionate in alto a destra, come ad esempio i "Collegamenti rapidi alla privacy", il menù per le impostazioni, (per essere chiari, la "rotellina" dalla quale si può accedere alle impostazioni dell'account oppure dalla quale ci si può disconnettere da Facebook), ed il link per accedere al proprio diario, (solo la miniatura dell'immagine del profilo, senza nome e cognome), saranno incorporati nella parte superiore di questa barra laterale. Oltretutto la sezione superiore della barra laterale offrirà l'accesso rapido ad alcune delle funzioni più usate. Infatti cliccando su "Altri" appariranno i link principali di un elenco di pagine, gruppi ed applicazioni che l'utente utilizza di frequente. Mentre la sezione inferiore della barra laterale mostrerà gli amici con cui l'utente scambia messaggi più di frequente, e le impostazioni della chat. Tuttavia la barra sarà sensibile alla quantità di spazio libero disponibile sullo schermo, perciò si espanderà soltanto se c'è spazio sufficiente. Ciò significa che in quel caso potrebbe essere necessario utilizzatre il browser nella modalità "schermo intero" oppure a modificare la risoluzione dello schermo; stessa cosa anche per il riquadro degli aggiornamenti che si troverà in fondo a tale barra. Ad ogni modo attualmente questi nuovi aggiornamenti sono state rese disponibili solo per alcuni utenti, ma entro breve tempo tutti gli utenti di Facebook dovrebbero avere il nuovo design. Tuttavia chiunque volesse potrà ottenerlo prima, iscrivendosi alla "lista d'attesa" ed aspettando una comunicazione da parte dei responsabili del Social Network che avvertirà quando questo sarà disponibile. Per ulteriori chiarimenti potete visitare le pagine introduttive fornite dallo stesso Facebook: https://www.facebook.com/about/newsfeed; https://www.facebook.com/help/411149058979649.

Di seguito alcune immagini: 
http://marchiondelli.com/Blog/wp-content/uploads/2013/03/Schermata-2013-03-09-alle-10.00.33.png



venerdì 26 luglio 2013

Il nuovo provvedimento del Cdm prevede divieto totale di fumo nelle scuole e patente a punti anche per minicar.


Da oggi in poi, o meglio a partire dal prossimo anno scolastico, anche i cortili delle scuola diventeranno area completamente "off-limits" per quanto riguarda il fumo. Inoltre il provvedimento riguarderà tutti, sia studenti che i professori e dipendenti degli istituti, ed andrà così ad estendere anche alle aree esterne il divieto, che fino ad ora riguardava soltanto l'interno degli edifici. O almeno questo è quando stabilisce il divieto totale al fumo, che tra l'altro riguarda non solo le sigarette normali ma anche quelle elettroniche, e che è stato inserito nel disegno di legge che l'attuale ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha presentato e fatto approvate quest'oggi in Consiglio dei Ministri, (spesso abbreviato con la sigla Cdm). Tuttavia, come ha dichiarato anche l'attuale premier, Enrico Letta, si tratterà di un provvedimento che farà discutere, condiviso dai presidi delle scuole, che però si sono detti preoccupati sulla possibilità di poter far rispettare la norma. Infatti al termine del Cdm il premier ha dichiarato: "Questo è un importante provvedimento che, anche se farà discutere, conferma ed inasprisce il divieto di fumo. Noi lo riteniamo necessario soprattutto nelle pertinenze degli edifici scolastici, dove spesso viene aggirato". Mentre Betrice Lorenzin ha spiegato: "La normativa estende la legge Sirchia ai luoghi pertinenti ai plessi scolastici. Divieto di fumo per tutti, non solo gli studenti, per dare un segnale molto forte. La scuola è un luogo di formazione ed educazione e deve educare i ragazzi anche ad un migliore modo di vivere. Il fumo è prima causa di morte nel nostro Paese, si comincia a fumare prestissimo, a 12 anni, e purtroppo anche il fatto che i bambini vedono le persone fumare normalizza questo uso". Per di più inizialmente nel testo era prevista un'altra norma contro il tabacco: un divieto al fumo in auto in presenza di donne in gravidanza e di minori, il quale di certo avrebbe sollevato non poche polemiche e provocato delle reazioni. Tuttavia il confronto fra ministri, proprio alla luce di alcuni rilievi, ha portato alla scelta di un rinvio. Al riguardo l'attuale ministro della Salute ha dichiarato:"Abbiamo dibattuto in Cdm sulla possibilità di introdurre una norma, che peraltro esiste già in altri Paesi, di tipo educazionale, e cioè il divieto di fumare in auto in presenza di minori e donne incinte, ma preferiamo lasciare questo tema al dibattito parlamentare, per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni alla prevenzione primaria e secondaria". Invece il Codacons, pur approvando l'accelerazione sul divieto di fumo in auto, non è d'accordo sulla parte sul divieto totale di fumo all'interno degli istituti scolastici. Infatti in tal proposito il presidente del Codacons, Carlo Rienzi ha affermato: "Esiste già dal 1975 e riguarda tutte le aree di pertinenza delle scuole, per questo le misure presentate oggi dal ministro Lorenzin ci paiono fumo negli occhi, poiché nulla aggiungono ai divieti già esistenti". Oltretutto il Codacons non ha ritenuto soddisfacenti i provvedimenti contenuti nel disegno di legge relativi alle sigarette elettroniche. Infatti al riguardo sempre Carlo Rienzi ha dichiarato: "Non basta vietare le e-cigarette solo all'interno delle scuole ma i divieti vanno estesi a tutti i luoghi pubblici, esattamente come avviene per le normali sigarette. A tal fine è sufficiente applicare le norme attualmente vigenti nel nostro Paese sul divieto di fumo". Mentre di diverso avviso è stata Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva, la quale ha spiegato: "Siamo del tutto favorevoli all'estensione del divieto di fumo in cortili e spazi all'interno delle scuole, ma sappiamo che esiste un problema di inadempienza alla legge visto che una scuola su quattro non espone i cartelli di divieto di fumo e che spesso il cattivo esempio proviene già da personale docente e non docente. Per gli stili di vita dei ragazzi c'è anche altro da fare: serve favorire l'attività motoria all'interno delle nostre scuole che, ben in un caso su due, sono prive di palestre o di spazi attrezzati per l'educazione fisica". Comunque sia questa non è la sola novità di oggi; infatti, come ha dichiarato Enrico Letta: "Il Consiglio dei Ministri ha approvato anche un testo di legge delega per la riforma del codice della strada per mettere maggiore premialità per i comportamenti virtuosi e maggiori sanzioni per le recidive e i comportamenti non virtuosi. Questo disegno di legge è pensato a difesa degli utenti deboli della strada, in particolare tocchiamo il tema dei ciclisti. Le strade sono riempite di quadricicli leggeri utilizzati da giovani tra 14 e 18 anni non sempre bravissimi a guidare e non sempre pienamente consapevoli dei rischi. Si da' delega al governo per intervenire per far sì che tutta la logica della patente a punti intervenga anche per utilizzo delle "macchinine", è necessario considerarle come le altre automobili. Il testo attuale ha 240 articoli e dal 1990 ad oggi ha subito 70 interventi. Serve un nuovo Codice della strada, con una razionalizzazione, una delegificazione e una manutenzione normativa". Mentre l'attuale ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha spiegato: "Sinora ai minorenni non potevano venire applicate le sanzioni in cui incorre l’adulto con la patente a punti. Con il nuovo Codice queste patenti sono in tutto e per tutto uguali a quelle a punti e potranno venire sospese e/o ritirate. Il 15% della mortalità deriva dallo stato delle nostre strade. Abbiamo l'obiettivo, anche con la riforma del Codice della strada, di dimezzare la mortalità, tutelando motociclisti e ciclisti e prevedendo che la manutenzione delle strade, penso ai guard rail, tenga conto di questi ultimi". Per di più il provvedimento contiene anche norme sulle sperimentazioni cliniche e sulla riforma degli Ordini professionali, e prevede: «disposizioni in materia di sperimentazione clinica dei medicinali, di riordino delle professioni sanitarie e formazione medico specialistica, di sicurezza alimentare, di benessere animale, nonché norme per corretti stili di vita». Ed, infine, è previsto anche un inasprimento delle pene per maltrattamenti nelle cliniche per disabili ed anziani e nei confronti degli animali.


giovedì 25 luglio 2013

La Polizia Postale arresta tre membri del gruppo "LndTm 2013".


In questi giorni il personale del Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche, (noto anche con la sigla CNAIPIC), della Polizia Postale e delle Comunicazioni, nel corso di quella che è stata definita "Operazione LandaTeam Ruled Out", sta eseguendo in varie regioni d'Italia perquisizioni e misure di custodia cautelare, coordinate dalla Procura di Roma, nei confronti dei membri di un particolare gruppo di hacker, il quale era solito effettuare attacchi nei confronti dei sistemi informatici di vari siti istituzionali ed aziendali. Ed in particolare diverse ore fa la Polizia Postale ha eseguito 3 arresti, (persone tra i 30 ed i 45 anni), e denunciato una persona per i reati di accesso abusivo a sistemi informatici e di danneggiamento di informazioni, dati e programmi informatici. In pratica le indagini hanno permesso di identificare i membri di un gruppo noto come "LndTm 2013", che lo scorso Febbraio aveva messo in atto diversi attacchi a danno dei sistemi informatici di siti istituzionali ed aziendali, tra cui quelli del Tribunale di Milano e della Polizia Penitenziaria. In quell'occasione il gruppo in questione aveva defacciato i siti utilizzando la maschera di Guy Fawkes, (nota per essere stata utilizzata nel film "V per Vendetta", e per essere ormai simbolo di riconoscimento della famosa legione Anonymous), la quale era stata dipinta con i colori della bandiera italiana, e pubblicando un messaggio, (intitolato Italian Crew), nel quale facevano sapere: «Preparatevi, ha inizio l'apocalisse! È la fine per un nuovo inizio. Sta arrivando come l'ira di DIO il vero cambiamento per i giovani del popolo italiano. La giovane Italia degli italiani che lavorano e sono stufi di essere presi per il culo, derubati, maltrattati da quei delinquenti che ci governano e da tutte le lobby che li supportano. Da adesso pagheranno per tutto quello che hanno fatto. RIVOLUZIONE DIGITALE». Ad ogni modo in merito ai suddetti arresti, (eseguiti a Chioggia, Reggio Emilia e Latina; due dei quali erano già stati inquisiti per clonazione di carte di credito e frode informatica), la Polizia di Stato ha diffuso un comunicato nel quale ha spiegato: «Accedevano abusivamente a sistemi informatici danneggiando informazioni, dati e programmi. Tre persone sono state arrestate ed una è stata denunciata dalla Polizia Postale. Gli investigatori della Polizia Postale hanno identificato i membri del gruppo di "cracker" noto come "LndTm 2013", che si sono resi responsabili di diversi attacchi informatici a siti istituzionali e aziendali, tra i quali anche quelli del Tribunale di Milano e della Polizia Penitenziaria». Comunicato al quale un dirigente della Polizia Postale ha aggiunto: "Le azioni di cui sono accusati i membri di una "crew di cracker" erano apparentemente a scopo politico". Ad ogni modo adesso i reati ipotizzati sono: accesso abusivo a sistemi informatici e danneggiamento di informazioni, dati e programmi informatici. Per di più durante l'Operazione LandaTeam Ruled Out sono stati anche sequestrati numerosi computer ed altri dispositivi che venivano utilizzati per commettere gli attacchi. Il tutto è stato possibile grazie al ruolo determinante del personale del CNAIPIC, il quale da mesi era impegnato in indagini di polizia giudiziaria ed in attività cosiddette di "Open-source intelligence", attraverso cui gli agenti sono riusciti a risalire ed identificare i soggetti che si celavano dietro il misterioso gruppo.


mercoledì 24 luglio 2013

Il primo film porno girato tramite l'utilizzo dei Google Glass.


La decisione di Google di negare agli sviluppatori di creare applicazioni a sfondo pornografico per i suoi Google Glass, a quanto pare non ha fermato le industrie "a luci rosse", alcune delle quali si erano dette fortemente intenzionate a sfruttare le potenzialità degli innovativi occhiali per la realtà aumentata in tale ambito. E così è stato; infatti di recente la MiKandi, (vale a dire una nota azienda americana che mette a disposizione il più grande store di applicazioni dedicate esclusivamente ad un pubblico adulto), ha offerto un'anticipazione di ciò che la tecnologia sarà in grado di fare nel mondo del porno, pubblicando su YouTube il primo trailer di un film porno, appunto, girato attraverso l'utilizzo dei Google Glass. Il film in questione ha come protagonisti le pornostar James Deen e Andy San Dimas i quali sono intenti a riprendersi a vicenda proprio tramite gli occhiali hi-tech di Mountain View e dimostrano pertanto l'esperienza che si potrà ottenere con i Google Glass durante gli "incontri erotici". Comunque è presente anche una spiccata parte divertente che rende il filmato una sorta di parodia a sfondo pornografico. Infatti potrebbe far sorridere il momento in cui si attiva automaticamente la ricerca su Google per le relative definizioni dei dettagli del corpo inquadrato dall'attore, oppure quando si identifica il partner tramite riconoscimento facciale, o ancora quando appare il nome ed il prezzo delle scarpe indossate dall'attrice Andy San Dimas. Inoltre anche la visualizzazione di pubblicità a sfondo sessuale rende il tutto una sorta di scena comica piuttosto che il trailer di un film porno. Ad ogni modo la MiKandi si è dimostrata sin da subito molto interessata alle possibilità offerte dai Google Glass nel settore del porno; infatti aveva realizzato un'apposita applicazione che però è stata rapidamente rimossa in seguito ad un cambiamento delle policy da parte di Google. Per di più in passato aveva rilasciato numerose dichiarazioni per far capire che gli occhiali hi-tech avrebbero potuto dare una seconda vita a quest'industria. E nonostante l'azienda molto probabilmente non potrà pubblicare contenuti hot direttamente sui Google Glass per questioni legali, sta dimostrando di essere assolutamente attiva su tale dispositivo. Comunque sia chiunque fosse interessato potrà visualizzare il suddetto trailer al seguente indirizzo, (naturalmente, considerata la sua natura, prima di poterlo visualizzare bisogna accedere tramite un account YouTube per verificare la propria età): http://www.youtube.com/watch?v=Xxt24JoLlPE.


Di seguito alcune immagini tratte dal trailer:




http://www.designboom.com/wp-content/uploads/2013/07/james-deen-google-glass-porn-designboom-04.jpg



martedì 23 luglio 2013

Allarme dal Nord Italia: "Presenza di botulino nel pesto".


A quanto pare l'allarme lanciato lo scorso Sabato dal Ministero della Sanità per una partita di pesto con probabili tracce di botulino non è servito a scongiurare del tutto un'intossicazione di massa. Infatti, nonostante la ditta produttrice, (ovvero la Bruzzone e Ferrari di Genova), abbia immediatamente provveduto a far ritirare i vasetti incriminati dai vari punti vendita, (si parla di un carico comprendente 14.872 confezioni distribuite in Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Valle d'Aosta), in questi giorni si sono ugualmente verificati diversi casi d'intossicazione alimentare dovuti all'ingerimento del pesto in questione, (secondo gli esperti, i casi sono destinati ad aumentare). E dunque l'inchiesta rimane ancora aperta e nelle prossime ore il procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico dovrebbe aprire un fascicolo su quanto accaduto, anche se il tutto dipende dai tempi in cui i carabinieri del NAS e gli ispettori dell'ASL consegneranno la relazione su quanto accaduto e sull'ispezione avvenuta nella mattinata di ieri, (Lunedì 22 Luglio), all'interno della "Bruzzone e Ferrari". Infatti i militari hanno controllato tutta la filiera della produzione e raccolto campioni di prodotto che nelle prossime ore saranno inviati ad alcuni laboratori. In ogni caso per il momento il reato ipotizzato è di "lesioni personali colpose"; mentre, una volta aperto, il fascicolo sarà affidato al pubblico ministero Stefano Puppo. Comunque sia delle 10 persone ricoverate negli ospedali genovesi, (per la precisione: quattro all'Ospedale Galliera; quattro all'Ospedale San Martino, uno all'Ospedale Villa Scassi ed un bambino all'Ospedale Pediatrico Gaslini), per sospetta intossicazione da botulino, appunto, dopo aver mangiato pesto prodotto dall'azienda in questione, 8 sono state dimesse, mentre due restano sotto osservazione. Invece sono state oltre 100 le persone visitate perché hanno riferito di aver consumato il "pesto al botulino", ma che poi sono state dimesse. Ad ogni modo i campioni di sangue, urine, feci e del pesto stesso sono attualmente state inviate al Ministero della Salute, (a Roma), per le dovute analisi. Comunque in merito ai pazienti ricoverati Paolo Cremonesi, responsabile dell'Ospedale Galliera, ha spiegato: "Si è trattato di un trattamento precauzionale ed a breve lasceranno l'ospedale". Ed anche Paolo Moscatelli, primario dell'Ospedale San Martino, ha dichiarato: "L'auspicio è di dimettere i pazienti nelle prossime ore". Mentre per quanto riguarda l'unico paziente ricoverato all'Ospedale Villa Scassi, il responsabile Luca Berlinghieri ha fatto sapere: "Aveva una dermatite e diceva di aver mangiato pesto; lo abbiamo controllato ma i risultati sono negativi". Fortunatamente sta meglio anche il bambino sotto osservazione all'Ospedale Pediatrico Gaslini che sarà dimesso nelle prossime ore senza alcuna conseguenza. Al riguardo Paolo Cremonesi ha proseguito dichiarando: "Per fortuna la ditta genovese ha dato l'allarme in tempo. Altrimenti l'intossicazione sarebbe stata ben più estesa". Per di più in merito alla vicenda dal centralino del 118 hanno fatto sapere: "In molti casi si trattava di semplici richieste di informazioni, ma ci sono state anche persone che dicevano di sentirsi poco bene dopo aver mangiato il pesto e così abbiamo provveduto a inviare i nostri mezzi". Comunque sia sin da subito tutte le strutture sanitarie della Regione Liguria sono state attivate; infatti l'assessore regionale alla Salute, Claudio Montaldo, ha spiegato: "Dal primo momento, stiamo seguendo con la massima attenzione questo possibile rischio botulino emerso dalle procedure di autocontrollo su una partita di pesto distribuita in Piemonte. Le procedure sono state eseguite dalla stessa ditta produttrice Bruzzone e Ferrari di Genova-Prà, alla quale va il nostro apprezzamento per aver provveduto, insieme con gli operatori sanitari, a ritirare immediatamente il prodotto dal mercato che appartiene al lotto 13 G03 con scadenza 9 agosto 2013". Mentre la Coldiretti ha, infine, fatto sapere: "Con l'annuncio della sospetta presenza di botulino in pesto genovese lanciato dal Ministero della Salute aumentano gli allarmi alimentari in Italia che nel primo semestre dell'anno sono stati ben 268 con una tendenza all'aumento rispetto al 2012 quando erano stati pari complessivamente a 517 i casi rilevati nell'intero anno".


lunedì 22 luglio 2013

La Canonical presenta Ubuntu Edge, il suo primo smartphone.


Lo scorso Gennaio aveva fatto sapere di aver in progetto la creazione di un proprio sistema operativo per smartphone, ed adesso la Canonical, (ovvero la società privata fondata nel 2004 dall'imprenditore sudafricano Mark Shuttleworth per la promozione di progetti legati al software libero), ha finalmente presentato il suo primo smartphone: Ubuntu Edge. In pratica si tratta di un dispositivo cosiddetto "di fascia alta", con il quale l'azienda vuole unire gli ambienti desktop e mobile in un unico smartphone che sarà in vendita a partire dal prossimo mese di Maggio ad un prezzo di 830 dollari. Inoltre la novità non è rappresentata solo dal prodotto in sé, ma soprattutto dal modo in cui verrà reperita la somma necessaria per la sua realizzazione; infatti Ubuntu Edge sarà interamente finanziato dagli utenti attraverso la campagna di raccolta fondi avviata sul sito Indiegogo. In sostanza l'obiettivo da raggiungere è la somma di 32 milioni di dollari nell'arco di un mese per poter assemblare 40.000 smartphone. E dunque si può intuire che purtroppo il nuovo smartphone della Canonical è destinato ad essere un'edizione limitata. Ad ogni modo l'azienda vuole portare sul mercato un dispositivo all'avanguardia che possa accelerare l'adozione di tecnologie innovative nel mercato mainstream. Per questo Ubuntu Edge sarà dotato di un telaio in metallo amorfo con lati piuttosto netti, (che ricordano i Surface di Microsoft), il vetro che protegge il display sarà da 4,5 pollici, (per una risoluzione da 1280×720 pixel), e sarà interamente composto in cristallo di zaffiro, vale a dire un materiale che può essere graffiato solo dal diamante. Oltretutto, secondo i responsabili dell'azienda, la dimensione di Ubuntu Edge sarà la più adatta per interagire con i quattro lati dello schermo, semplicemente usando una mano. Per di più lo smartphone in questione eseguirà una versione full del sistema operativo Ubuntu, e quindi deve necessariamente avere la stessa potenza di un Pc. Infatti la dotazione di RAM sarà di 4 GB, mentre la memoria interna di 128 GB, e per fornire l'alimentazione adatta sarà utilizzata una batteria con anodo di silicio. Inoltre le specifiche hardware includerannò anche: un processore Multi-core, (alcune indiscrezioni fanno sapere si tratterà di un Quad-core); due fotocamere, (una frontale da 2 Megapixel, ed una posteriore da 8 Megapixel); modulo Wi-Fi 802.11n dual band; Bluetooth 4.0; NFC; GPS; accelerometro; giroscopio; barometro; sensore di prossimità; bussola; speaker stereo con audio HD; connettore MHL; e connettore Jack da 3,5 mm. Oltretutto il supporto a tutte le reti 4G mondiali sarà garantito grazie un chip dual LTE. E come se non bastasse, oltre ad Ubuntu, lo smartphone sarà in grado di eseguire anche un sistema operativo Android in dual boot, oppure diventare un vero e proprio Pc grazie al collegamento ad un monitor. Naturalmente Ubuntu Edge sarà un open device, il che vuol dire che non sarà vincolato a nessun operatore telefonico e l'utente potrà liberamente decidere di installare ROM custom. Ed in caso di problemi, sarà disponibile la modalità di ripristino che riporterà lo smartphone alle condizioni di fabbrica, mentre la Canonical ha fatto sapere che rilascerà degli update ogni mese e garantirà il supporto per tre anni. Ad ogni modo, come già spiegato, il prezzo di Ubuntu Edge sarà di 830 dollari, ma fino a domani verrà offerto al prezzo di lancio di 600 dollari.

Di seguito alcune immagini di Ubuntu Edge:


http://www.smartphone-italia.com/wp-content/uploads/2013/07/edge-3-large.jpg
http://www.smartphone-italia.com/wp-content/uploads/2013/07/edge-2-large.jpg
...il video del teaser promo:
...il video che introduce le caratteristiche hardware:
...ed il video che spiega la storia del software: 




domenica 21 luglio 2013

Batman e Superman per la prima volta insieme nel sequel di "Man of Steel".


Ad un mese esatto dal suo debutto sul grande schermo, i creatori de "L'Uomo d'Acciaio", (titolo originale Man of Steel; vale a dire il reboot della famosa serie cinematografica dedicata a Superman, il supereroe dei fumetti DC Comics creato da Jerry Siegel e Joe Shuster), si sono recati al San Diego Comic-Con International, (la più grande convention annuale degli USA, più semplicemente nota come Comic Con, che ormai è dedicata non solo al mondo dei fumetti ma anche a quello del cinema e delle arti, e che quest'anno ha avuto luogo dal 18 al 21 Luglio), per confermare l'arrivo di un sequel che a quanto pare riserverà non poche sorprese. Una di queste riguarda la presenza di un altro famoso supererore della DC Comics: Batman. A farlo sapere è stato il regista Zack Snyder che ieri, tra lo stupore generale nel vedere il "Bat-segnale" a cui è stata sovrapposta la famosa "S" di Superman, ha confessato: "Diciamo la verità, sarà straordinario vedere affrontarsi Superman ed il nostro nuovo Batman, dal momento che sono i più grandi supereroi del mondo". A dire il vero, gli Studios avevano ideato già anni fa un film in cui i protagonisti erano "Batman vs Superman": la pellicola si intitolava "La tempesta perfetta", (titolo che successivamente venne dato ad un altro film del 2000 tratto da una storia realmente accaduta), ed era stato diretto da Wolfgang Petersen, ma tuttavia il progetto non superò la delicata fase dello sviluppo e quindi il tutto fu annullato e la pellicola non vide mai la luce. Ad ogni modo sempre durante il Comic Con è stato fatto sapere che ad indossare la divisa di Superman/Clark Kent sarà nuovamente Henry Cavill, mentre al momento si sta cercando a chi assegnare il ruolo di Batman, visto che, per motivi non ben noti, questa volta Christian Bale, (ovvero l'attore che ha interpretato il supereroe nelle precedenti pellicole), ha deciso di rifiutare la parte. Al riguardo lo stesso Zack Snyder ha dichiarato: "Sono così entusiasta di iniziare a lavorare di nuovo con Henry Cavill nel mondo che abbiamo creato, e non vedo l'ora di espandere l'Universo DC in questo nuovo capitolo". Comunque sia per adesso non è dato sapere come sarà sviluppata la pellicola ed il tutto è "Top Secret"; anche se alcune voci di corridoio hanno fatto sapere che nel sequel di Man of Steel farà capolino anche un "rinnovato" Lex Luthor, (nemesi di Superman nei fumetti creati nel 1940), che a quanto pare aiuterebbe a ricostruire la distruzione causata dalla battaglia di Kal-El, (nome kryptoniano di Superman), con il Generale Zod e le sue forze. Il che, secondo molti, consentirebbe a Lex di presentarsi agli occhi del pubblico come una figura compassionevole e quindi instillare il dubbio nella mente delle persone se Superman sia veramente il salvatore dell'umanità. Inoltre per quanto riguarda il titolo, ancora non è stato deciso nulla; infatti lo sceneggiatore David Goyer ha fatto sapere: "Non sappiamo ancora come lo intitoleremo: Superman vs Batman, Batman vs Superman; ma una cosa è certa: vedremo questi due ragazzi, per la prima volta insieme, sul grande schermo. Possiamo dire che, in un certo senso, Superman al cinema non era mai stato reinventato dai giorni in cui Richard Donner ha girato il suo film. Affronteremo il discorso della morte del Generale Zod nel sequel. Nell'Uomo d'Acciaio, il giovane Clark Kent non è ancora formato pienamente come supereroe. Dovrà affrontare le ripercussioni di ciò nel nuovo film". In ogni caso dopo il suddetto annuncio fatto da Zack Snyder, la Warner Bros ha reso pubblico un comunicato stampa nel quale ha fatto sapere: «Sulla scia del successo mondiale dell'Uomo d'Acciaio, il regista Zack Snyder porterà al cinema i due più grandi supereroi - Batman e Superman - per la prima volta insieme in un unico film. L'annuncio è stato fatto oggi da Greg Silverman, Presidente del Creative Development and Worldwide Production e Sue Kroll, Presidente, Worldwide Marketing ed International Distribution della Warner Bros. Pictures. Il primo film, ancora nelle sale, ha già raggiunto i 630 milioni di dollari e la sua corsa al box-office non è terminata. Insieme alla sua star, Henry Cavill, torneranno Amy Adams, Laurence Fishburne e Diane Lane. Il casting per il ruolo del nuovo Batman non è ancora stato effettuato. Zack Snyder sarà co-autore della storia insieme a David Goyer, che scriverà la sceneggiatura. La lavorazione partirà nel 2014, in vista dell'uscita nell'estate del 2015. Greg Silverman ha affermato: "Snyder è un filmmaker d'incredibile talento, ma aldilà di ciò è un fan che capisce fin nelle sue viscere questo genere. Nessuno meglio di lui sarebbe in grado di portare al cinema questi due iconici supereroi, nessuno più di lui potrebbe portare a termine positivamente un compito come questo". Sue Kroll aggiunge: "Siamo emozionati al pensiero di tornare al lavoro con Zack ed il suo team. Il successo dell'Uomo d'Acciaio è una meravigliosa prova dell'amore e del supporto che sia i fan di vecchia data che quelli nuovi hanno portato a questo personaggio, in ogni parte del mondo. Siamo estremamente curiosi di vedere cosa abbia in serbo Zack". Diane Nelson, presidente della DC Entertainment, afferma: "Superman e Batman insieme, sul grande schermo. Un sogno che diventa realtà per ogni fan della DC. Noi della DC Entertainment non potremmo essere più emozionati di così al pensiero che sarà Zack a continuare a sviluppare questa visione dell'Universo DC". Ecco anche le parole di Zack Snyder: "Sono emozionatissimo al pensiero di lavorare di nuovo con Henry Cavill a questo mondo che abbiamo creato e non vedo l'ora di espandere l'universo nella nuova pellicola. Ammettiamolo: è qualcosa di letteralmente mitologico l'avere Batman e Superman uno di fronte all'altro nello stesso film. Sono semplicemente i più grandi supereroi del mondo". Il nuovo film ritroverà Charles Roven e Deborah Snyder come produttori. Questa volta Christopher Nolan ed Emma Thomas saranno executive producer insieme a Benjamin Melniker e Michael E. Uslan. Emma Thomas è sicura che: "Mentre la nostra Trilogia di Batman è ormai conclusa, siamo sicuri del fatto che la nuova interpretazione che Zack darà al personaggio gli farà intraprendere una nuova ed emozionante strada. Il suo Superman ha aperto le porte ad un intero mondo e non vediamo l'ora di vedere che farà"». 

Di seguito l'immagine del "Bat-segnale" con la "S" di Superman:
http://media.cineblog.it/1/1e6/BPpOGnQCcAACSQ0-620x328.jpg
 ...ed il video dell'annuncio durante il Comic Con:
 



sabato 20 luglio 2013

METALLICA: Svelati il poster ufficiale, un nuovo trailer ed altre informazioni sul loro film 3D durante il Comic Con 2013.


Diverse ore fa, come avevano anticipato ad inizio mese, i Metallica si sono recati al San Diego Comic-Con International, (meglio conosciuto semplicemente come Comic Con; vale a dire la mega-convention americana che, come ormai è noto a tutti, è andata ben oltre la semplice mostra-mercato di fumetti; infatti al giorno d'oggi i prodotti televisivi e cinematografici più importanti vengono presentati proprio lì: quest'anno iniziata lo scorso 18 Luglio e che terminerà il prossimo 21 Luglio), appunto, per presentare l'ormai tanto atteso "Metallica Through The Never", ovvero il loro primo film in 3D che, come già spiegato diverse volte, è stato registrato a Vancouver ad Agosto del 2012, prodotto dalla Picturehouse Entertainment e diretto dal regista Premio Oscar Nimród Antal. Naturalmente insieme ai "Four Horsemen" erano presenti anche: il giovane attore Dane DeHaan, (principale protagonista del film in questione che, come ormai noto da tempo, interpreterà un giovane roadie inviato in missione speciale per conto della band); il regista/scrittore Nimród Antal; ed la produttrice Charlotte Huggins. Ad ogni modo durante la giornata del 19 Luglio del Comic Con, (al termine della quale ovviamente i "Four Horsemen" si sono esibiti in uno show a sorpresa), fra l'esaltazione generale degli oltre 6.500 spettatori, la band ha presentato un secondo trailer, il poster ufficiale ed ha svelato anche qualche ulteriore dettaglio riguardo la trama. Infatti, come si può vedere nel nuovo trailer, (a suon di "Enter Sandman" e "One"), il giovane roadie del gruppo, interpretato, appunto, da Dane DeHaan, viene mandato in missione speciale dai Metallica per recuperare una tanica di benzina per permettere così alla band di concludere il concerto "col botto", ma per qualche strano motivo ancora non ben noto si ritrova, dopo un violento incidente stradale, nel mezzo di un caos urbano post-apocalittico, nel quale viene preso di mira ed inseguito da un misterioso uomo mascherato a cavallo, con una maschera simile a quelle viste nel gioco "The Elder Scrolls V: Skyrim", e con in mano una mazza ferrata. Il tutto nel mezzo delle strade di una città canadese, e nel mezzo di scontri tra rivoltosi inferociti e polizia antisommossa, che andranno a mescolarsi con scenari pirotecnici ed heavy metal offerti da James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett e Robert Trujillo sul palco. Ad ogni modo per vedere come andrà a finire molto probabilmente si dovrà attendere fino all'uscita del film "Metallica Through The Never" nei cinema che, come già noto, farà il suo debutto negli oltre 300 cinema IMAX statunitensi il prossimo 27 Settembre, grazie alla Blackened Recording, (la nuovissima etichetta personale creata lo scorso Dicembre dagli stessi Metallica). Al riguardo i Metallica sul loro sito ufficiale hanno fatto sapere: «La grande novità di oggi è che se volete essere tra i primi a vedere il film in tutta la sua gloria nei cinema IMAX in 3D il 27 Settembre i biglietti sono già disponibili, incluso un anticipo alle 22:00 ed delle proiezioni a mezzanotte della sera prima! Scegliete il cinema che preferite, cliccando qui per acquistare i biglietti in anticipo on-line e se non vedete elencato il cinema IMAX più vicino a voi, contattateli per ulteriori informazioni». Mentre, come si può intuire dalla parola "everywhere" alla fine del nuovo trailer, molto probabilmente il film in questione sarà proiettato, sia in 2D che in 3D, in contemporanea mondiale, (Italia compresa), il prossimo 4 Ottobre. Per maggiori informazioni i Metallica hanno creato un apposito sito che, anche se al momento si trova alle "fasi iniziali", a breve sarà ricco di anteprime, dietro le quinte, foto, notizie, informazioni sul dove e quando sarà proiettato, sul come ottenere i biglietti e molto altro ancora rigurdante il loro film; sito che potete visitare al seguente indirizzo: www.throughthenevermovie.com.

Di seguito il poster ufficiale:
 ...ed il nuovo trailer del film "Metallica Through The Never":