|  

domenica 3 novembre 2013

Presto il Kinect sarà anche in grado di leggere e tradurre il linguaggio dei segni.


Quando, nel 2009, Microsoft ha presentato il suo Kinect, l'aveva concepito principalmente come un comune dispositivo per console sensibile al movimento del corpo umano, in grado di consentire al giocatore il controllo del sistema senza la necessità di indossare o impugnare alcunché. Ma, come ormai succede sempre più spesso, i dispositivi odierni sono destinati ad evolversi e migliorarsi. Ed a quanto pare tra non molto il Kinect non sarà soltanto una periferica da gioco, ma potrà essere utilizzato per diverse attività che hanno un grande impatto sociale. Infatti di recente Microsoft Research Asia ha mostrato i progressi compiuti durante il progetto Kinect Sign Language Translator che, come si può intuire dello stesso nome, ha permesso di realizzare una sistema di riconoscimento della lingua dei segni, grazie anche alla collaborazione di due Università cinesi, (la University of the Chinese Academy of Sciences e la Beijing Union University). In pratica tramite il Kinect sarà possibile interpretare i movimenti delle mani, consentendo ai non udenti di comunicare liberamente con altre persone. Inoltre grazie alla modalità "traduttore", il sensore riconoscerà le parole corrispondenti ai segni e mostrerà sul display la relativa traduzione, (per il momento disponibile solo in cinese ed in inglese). Mentre grazie alla modalità "comunicazione", Kinect interpreterà intere frasi nella lingua dei segni in tempo reale, che saranno scritte sullo schermo e lette ad alta voce. Ad ogni modo, come già anticipato, attualmente sono supportate solo le lingue dei segni americana e cinese, ma in futuro verranno aggiunte tutte le varianti, compresa la LIS italiana. Comunque sia la realizzazione del sistema Kinect Sign Language Translator, (per adesso in fase di prototipo), ha richiesto diversi mesi di lavoro e la collaborazione tra esperti in differenti discipline, tra cui: modellazione 3D; riconoscimento vocale; ed apprendimento automatico. Per di più la modalità "traduttore" offre già risultati quasi perfetti, mentre sarebbe necessario migliorare la modalità "comunicazione": in particolar modo la velocità di riconoscimento. Tuttavia attualmente il sistema è in grado di riconoscere solo 300 parole, (su un totale di 4.000), ma, secondo i suoi realizzatori, in futuro tutti gli ostacoli verranno superati. In ogni caso Microsoft Research ha anche pubblicato un video in cui viene mostrato come questo sistema possa essere utile, ad esempio, durante una visita medica oppure in aereoporto. Il che rappresenta un grande aiuto, se si considera che soltanto in Cina ci sono oltre 20 milioni di persone con problemi di udito, mentre in tutto mondo sono circa 360 milioni. Perciò è evidente l'importanza di questo progetto, con il quale Kinect diventerà presto il mezzo grazie al quale verranno abbattute le barriere "audio", trasformando per sempre la vita di milioni di persone.


Di seguito il suddetto video:



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts