|  

venerdì 22 novembre 2013

Scoperta una nuova possibile cura contro la leucemia.


Nonostante nel corso degli anni ci siano stati dei grandi progressi da parte della ricerca e diversi successi nel campo della medicina, attualmente la leucemia resta una malattia di cui ancora non si conosce una cura definitiva. Ed è proprio per questo motivo che gli scienziati sono sempre al lavoro per trovare nuove efficaci cure ed offrire una speranza a tutti i malati, (come, ad esempio, lo studio dello scorso Marzo). Ed a quanto pare questa speranza, potrebbe arrivare dalla lontana Australia, dove di recente un team di ricercatori del Peter MacCallum Cancer Centre di Melbourne avrebbe scoperto un nuovo approccio, (che è stato soprannominato "a doppia canna"), che potrebbe portare alla sopravvivenza nel lungo termine dei pazienti affetti da questo tipo di cancro del sangue, in particolar modo nelle forme più aggressive. In pratica, come hanno spiegato i ricercatori: "Dietro a queste forme di cancro c'è un enzima mutante chiamato "JAK2" che alimenta una forma particolarmente virulenta della malattia e che si è dimostrato resistente alle terapie attuali". Mentre il dottor Ricky Johnstone, che ha coordinato lo studio, ha aggiunto: "Non solo questi enzimi crescono molto velocemente e diffondono i tumori più rapidamente, ma sono spesso refrattari alle chemioterapie standard. Infatti queste forme di leucemia sono molto difficili da trattare a causa della velocità con cui si diffondono ma, in aggiunta, non possono essere trattate con la chemioterapia comune". Ad ogni modo il nuovo tipo di trattamento è stato testato durante uno studio, pubblicato sulla rivista Cell Reports, nel quale il dottor Ricky Johnstone, insieme alla dottoressa Michaela Waibel e colleghi, hanno un trattato la leucemia su modello animale con un nuovo farmaco per attaccare l'attività cancerogena della proteina JAK2 in due punti, ottenendo ottimi risultati; infatti il metodo si è dimostrato efficace nel curare totalmente questa forma di leucemia. Al riguardo il dottor Ricky Johnstone ha spiegato: "Se pensiamo ad una cellula tumorale come ad un albero, e se pensiamo che questa proteina JAK2 è l'albero, quello che vogliamo fare è colpire "l'albero" in due punti: vogliamo tagliare le "foglie" con un farmaco e poi vogliamo esaurire "l'apparato radicale" e, soprattutto, il "fittone" ad un altro livello". Ed ha, infine, concluso dichiarando: "Crediamo che il modo migliore per uccidere "l'albero", e quindi la cellula tumorale, sia questo duplice approccio: rimuovere le "foglie", togliere le "radici" e poi diminuire completamente la sopravvivenza ed il percorso di nutrimento per "l'albero" e, di conseguenza, uccidere la cellula tumorale. Ed anche se la ricerca è ancora nelle sue fasi iniziali, la disponibilità dei nuovi inibitori per uso clinico rende i risultati di laboratorio emozionanti". In ogni caso, secondo le intenzioni dei ricercatori, questo nuovo trattamento potrebbe essere messo a disposizione dei pazienti umani addirittura entro un anno.


2 commenti:

  1. Happy Davison18:01

    Il mio nome è Felice, da Stati Uniti d'America, voglio testimoniare di come mi sono curata da HIV AIDS. Ho vissuto con questa malattia mortale per il passato 11 mesi, ho fatto tutto quello che posso per la cura di questa malattia, ma tutti i miei sforzi si rivelarono vani fino a quando ho incontrato un vecchio amico mio che mi ha parlato di un erborista africano che fanno uso di erbe e radici a curare tutti i tipi di malattie, anche se non ho mai creduto di poter curare l'HIV, ma ho deciso di fare un tentativo, quando gli ho contattato, mi ha aiutato a scovare il virus dal mio corpo, basso ed ecco, quando sono andato per un controllo i è stato detto che sono negativi. Contatta questo grande Erboristeria tramite questa email okonofuatem99@gmail.com e okonofua_solution_tem99@hotmail.com o potete contattarmi per ulteriori splendore Aggiungimi su facebook happyaa4@gmail.com.

    Quelli di nuovo grazie a voi il dottor Paul Emen vi terrò testimonianza su di te per avermi salvato la vita.

    RispondiElimina
  2. Valentina Liberto13:40

    WAO !!!!!! 2015 è davvero un anno straordinario per me.

    Chi crede che un erbe possono curare dieci anni di HIV nel mio corpo, non ho mai credo che questo lavoro ho spendere un sacco quando ottiene farmaci dall'ospedale per tenermi in buona salute, quello che stavo aspettando la morte, perché mi è stato sempre rotto un giorno ho letto di questo grande erborista che qualcuno ha scritto che può curare decessi e virus del corpo e questa persona ha scritto che dopo aver bevuto le erbe del medico preparato e inviare per lui l'era guarito dall'HIV, ho deciso per e-mail lui, inconsapevolmente a me che questa sarà la fine degli aiuti di HIV nel mio corpo, lui prepara l'erba per me, e mi danno istruzioni su come prendere, alla fine della una settimana, mi ha detto di andare in ospedale per un controllo, e sono andato, a sorpresa dopo il test il medico mi confermano negative, ho pensato che fosse uno scherzo, sono andato a altro ospedale è stato negativo, poi ho preso il mio amico che era anche sieropositivo a il Dr, dopo il trattamento è stata inoltre confermare negativo. Egli ha anche l'erba per curare il cancro si prega voglio tutti con questo virus di essere libero e che è per questo che sto lasciando cadere il suo indirizzo e-mail: okonofuatem99@gmail.com il suo nome è il dottor Paolo Emen non-mail lui. o meglio ancora lo aggiungere sul suo facebook personale con l'e-mail di seguito:

    okonofua_solution_tem99@hotmail.com, lui è un grande uomo.

    Sono VALENTINA LIBERTO è anche possibile aggiungere ME ON FACEBOOK PER DIREZIONE SU COME incontro con la mail qui sotto:

    vlibertore@gmail.com

    Padre grazie per avermi salvato la vita, e ti prometto che sarò sempre testimoniare per il vostro buon lavoro.

    RispondiElimina

Related Posts