|  

venerdì 9 giugno 2017

Smart Straw, la cannuccia antidroga da stupro.

Le tre studentesse con in mano la Smart Straw.

Si chiama Smart Straw, (in italiano cannuccia intelligente), ed è stata ideata da 3 studentesse di Miami, (di età compresa tra i 17 ed i 18 anni), per aiutare le donne, (e non solo), a vivere le proprie serate con più tranquillità. In pratica si tratta di una cannuccia pensata, soprattutto, per contrastare le cosiddette droghe da stupro, in quanto una volta inserita nel cocktail è in grado di rilevare la presenza di droghe, (anche in minime quantità), cambiando colore: parte della cannuccia diventa blu se nella bevanda, (alcolica o meno), ci sono Ketamina, GHBFlunitrazepam, vale a dire tra le sostanze stupefacenti più comunemente usate per stordire le vittime. Al riguardo Victoria Roca, una delle ideatrici di Smart Straw, (insieme a Susana Cappello e Carolina Baigorri), ha affermato: "All'apparenza sembra una cannuccia come tutte le altre. In realtà, all'estremità inferiore, ci sono due test antidroga e quando la immergi ti dice subito se il drink è alterato o meno". In sostanza l'idea di questa cannuccia antidroga da stupro è nata all'interno di un laboratorio dedicato all'imprenditoria organizzato dalla Gulliver Preparatory School, (ovvero l'istituto frequentato dalle 3 ragazze), e presentata poi alla "Business Plan Challenge High School Track", la gara per giovani imprenditori in cerca di fondi indetta dal Miami Herald, dove le studentesse hanno vinto il primo premio. Tra l'altro per capire la potenzialità di questa cannuccia, le studentesse hanno condotto alcuni sondaggi all'interno del loro campus: ne è risultato che l'85% degli intervistati userebbe la Smart Straw e che almeno nel 50% si è trattato di persone che hanno conosciuto direttamente vittime di violenza sotto l'effetto delle droghe. Ad ogni modo se da un lato è vero che kit antidroga sono già stati sperimentati in passato, dall'altro è anche vero che, come hanno sottolineato le 3 studentesse, la soluzione della cannuccia sembra rivelarsi più pratica, discreta e per di più riutilizzabile. Inoltre, anche se l'idea della cannuccia non è del tutto nuova, (nel 2013 alcuni  ricercatori israeliani ne avevano proposta una che, a contatto con Ketamina e GHB, diventava rossa), Smart Straw è in grado di rivelare anche altre sostanze e soprattutto ci sono tutti i presupposti per la commercializzazione. Difatti adesso le tre giovanissime sono in attesa del riconoscimento del brevetto ed, una volta ottenuto, il passo successivo sarà quello di aprire una raccolta fondi su Kickstarter per portare, infine, il prodotto sul mercato.

Di seguito un'immagine della Smart Straw:
http://www.miamiherald.com/news/business/business-plan-challenge/ux0aw3/picture150351832/alternates/FREE_1140/smart3%20straw%20biz%20cmg



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts