|  

lunedì 12 dicembre 2016

BLACK SABBATH: Tony Iommi si dovrà operare per una massa sospetta alla gola.


In questi giorni Tony Iommi, chitarrista dei Black Sabbath, (attualmente impegnati con il The End Tour, fino al prossimo 4 Febbraio), durante una lunga intervista concessa al "The Irish Times", è tornato a parlare, tra le altre cose, anche delle proprie condizioni di salute che è costretto a tenere monitorate a causa del linfoma che gli è stato diagnosticato circa 4 anni fa, (per la precisione a Gennaio 2012), e che alcuni mesi fa era stato definito dallo staff medico come "in remissione". In pratica lo stesso chitarrista ha spiegato che a breve dovrà sottoporsi ad un altro intervento chirurgico per la rimozione di una massa nella gola; difatti ha dichiarato: "Quattro settimane fa mi sono sottoposto ad un controllo ed i dottori hanno detto che per il momento non c'è attività nel punto in cui mi era venuto il cancro, ma che c'è qualcosa nella mia gola. Quando tornerò nel Regno Unito, mi dovrò sottoporre ad un intervento per rimuovere questa cosa che ho in fondo al naso. I medici hanno trovato una massa e non sappiamo se sia cancro oppure no, ma per il momento mi sento bene". Inoltre Tony Iommi ha continuato parlando di come tutto ciò abbia cambiato la sua prospettiva sulla vita, spiegando: "Mi sono abbattuto molto quanto i medici mi hanno detto che avevano scoperto che si trattava di un cancro al 3° stadio. Ha davvero cambiato la mia vita per quanto riguarda quello che ho da fare adesso. Devo vivere la vita che ho ottenuto per essere stato "on the road" per quasi 50 anni. Ho bisogno di stare a casa di più e devo concedere maggiore attenzione ai miei amici ed alla famiglia". Ed ha poi proseguito affermando: "Il momento più brutto è stata la diagnosi. Resti senza fiato ed automaticamente dici a te stesso: «è finita!», ma quello non è sempre il caso. Quando te lo dicono, pensi: «Oh Dio!». Quello è stato il punto più basso. Ho avuto diversi punti bassi nella vita, come tutti gli altri, ma questo è stato uno di quelli che mi era rimasto bloccato nella testa". Ad ogni modo Tony Iommi ha concluso paragonando questa diagnosi all'incidente avvenuto in fabbrica che gli costò la punta di due dita. Difatti al riguardo ha, infine, spiegato: "È stato simile, ma con la perdita delle dita si può continuare a vivere. Con il cancro non lo sai. Non sai quanto tempo resterai ancora qui né quanto male sarà. Si tratta di una sorta di cosa diversa. Inizialmente quando ho perso le dita è stato devastante. Mi ha davvero bloccato ma allo stesso tempo mi ha dato un incentivo a combattere e cercare di superarla trovando un modo per essere ancora in grado di suonare la chitarra. Un sacco di persone mi ha detto che non sarei mai stato in grado di farlo. La cosa peggiore è rinunciare. Ci devi solo lavorare su".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts