|  

giovedì 23 marzo 2017

Apple brevetta "Electronic accessory device", un accessorio per trasformare iPhone ed iPad in laptop.


In un brevetto, (composto da 12 pagine e visibile qui), depositato da Apple lo scorso 20 Settembre e pubblicato oggi, 23 Marzo, dallo United States Patent and Trademark Office, (noto con la sigla USPTO), viene descritto un singolare accessorio che potrebbe modificare l'uso quotidiano degli iPhone ed anche degli iPad, (anche se forse in misura un po' più ristretta). Difatti in questi giorni l'azienda della mela morsicata ha ottenuto la registrazione di un particolare dispositivo: una sorta di involucro in grado di trasformare un dispositivo iOS in un laptop. Di certo non si tratta di un qualcosa di nuovo ed originale, se si considera che sul mercato esistano già soluzioni simili sviluppati dai produttori Android, ma comunque è qualcosa di inedito per Apple, che non ha mai ricercato una vera sovrapposizione tra l'universo dei notebook ed i suoi dispositivi portatili. In pratica è stato chiamato "Electronic accessory device" e per quanto riguarda gli smartphone, si tratta di un accessorio dalle fattezze simili ad un MacBook, a cui però è stato rimosso il trackpad multitouch, il quale è stato sostituito da un'area in cui inserire il proprio iPhone, trasformandolo, appunto, in un notebook a tutti gli effetti; mentre per quanto riguardo i tablet, l'area in cui inserire l'iPad è andata a sostituire lo schermo. Ad ogni modo questo dispositivo non rappresenta una semplice declinazione schermo/tastiera per dispositivi iOS, (come se, ad esempio, si trattasse di una versione particolarmente avanzata della Smart Keyboard), ma di un terminale dotato di funzionalità inequivocabili. Infatti, dando un'occhiata al suddetto brevetto, si capisce come l'accessorio in questione potrebbe essere dotato di una propria GPU e di un'altrettanto singola CPU, in modo da aumentare le performance degli smartphone e dei tablet, e molto probabilmente di una grande batteria per ricaricare il device abbinato o estendere l'utilizzo per più ore durante la giornata. Tuttavia allo stesso tempo non sembra essere prevista un'implementazione di macOS: il sistema operativo rimarrà quello in uso sui dispositivi, (ovvero iOS). Comunque sia, come tutti i brevetti targati Apple, non è dato sapere se effettivamente si tradurranno in un prodotto reale: soprattutto in questo caso, in quanto l'azienda ha sempre rimarcato una certa distanza dai competitor, (in particolare dell'universo Android), che, come spiegato prima, hanno già lanciato sul mercato proposte simili.

Di seguito alcune immagini del suddetto brevetto:
https://cdn0.vox-cdn.com/thumbor/ssmMMs_nMPoSyfyZHNNX3Eg5xCo=/0x0:2640x1760/920x613/filters:focal(1109x669:1531x1091)/cdn0.vox-cdn.com/uploads/chorus_image/image/53849875/applepatent.0.jpg
https://cdn0.vox-cdn.com/thumbor/cJz_rwsXfuSahma3Ci-eAuOmzxA=/800x0/filters:no_upscale()/cdn0.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/8208853/ipadpatent.jpg



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts