|  

domenica 2 aprile 2017

Telegram introduce le chiamate vocali criptate.


Circa 2 anni fa Telegram, nota applicazione di messaggistica istantanea, aveva comunicato che si era messa al lavoro per sviluppare le chiamate vocali ed a metà Gennaio anche Pavel Durov, amministratore delegato, ne aveva confermato l'imminente arrivo. Ed a quanto pare così è stato, in quanto da qualche giorno con il rilascio della versione 3.18 tutti gli utenti dell'Europa occidentale, (sia Android che iOS), possono finalmente chiamare i propri amici e contatti. In pratica la software house russa ha sottolineato che lo sviluppo delle chiamate vocali ha richiesto più tempo del previsto perché è stato necessario offrire il meglio in termini di qualità, velocità e sicurezza. Tra l'altro, come avviene già per le chat segrete, anche le chiamate vocali sono protette dalla cosiddetta crittografia end-to-end, la quale impedisce attacchi di tipo "man-in-the-middle"; anche se in questo caso è stato semplificato il meccanismo di scambio delle chiavi. Difatti, invece di lunghi codici o immagini complesse, il mittente ed il destinatario possono confrontare le quattro semplici emoji mostrate sullo schermo di entrambi gli smartphone per essere certi che la chiamata avvenga in assoluta sicurezza. Per di più nelle impostazioni della privacy è possibile scegliere da chi ricevere le chiamate, (tutti, solo i contatti oppure nessuno), e creare una blacklist e/o una whitelist per escludere e/o includere singoli utenti. Ma non è tutto: ogni singola chiamata sfrutta una connessione peer-to-peer ed i migliori codec audio per garantire prestazioni e qualità. Tuttavia, qualora tale connessione non può essere stabilita, Telegram utilizzerà il server più vicino; mentre una rete neurale riceve informazioni tecniche da ogni smartphone, (velocità della rete, ping, percentuale di pacchetti persi), ed adatta la qualità delle chiamate in tempo reale. Inoltre è stata messa a disposizione degli utenti anche un'opzione che permetterà loro di ridurre fino al 30% il consumo dei dati, ovviamente a svantaggio della qualità audio. Comunque sia l'introduzione delle chiamate vocali non è l'unica novità della versione 3.18 di Telegram: agli utenti è stata offerta anche la possibilità di modificare il livello di compressione dei video condivisi. Infatti questa nuova versione include una nuova opzione che permette di scegliere fino a 5 livelli di compressione dei video, (ossia 240p, 360p, 720p e 1080p): l'utente può vedere la qualità del video prima della condivisione; mentre il livello impostato diventerà, infine, quello predefinito per i successivi video.

Di seguito alcune immagini:
https://telegram.org/file/811140066/3/RSbvw7bT3pQ.32736/e03a39c31f5656df61
https://telegram.org/file/811140599/1/t4OzpC_5CD4.58064/4284f45dd783ad1739
https://telegram.org/file/811140114/4/lBHGStIoAYU.65887/1429453aac8cfbcf48
https://s1.postimg.org/m25us4j9b/Telegram-voice-calls.gif
https://s2.postimg.org/tj2hppmrt/Telegram-video-compression.gif



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts