|  

lunedì 24 aprile 2017

µTorrent verrà integrato direttamente nei browser.


Nel mondo del peer-to-peer, (noto anche con la sigla P2P), esistono molteplici applicazioni, ma sicuramente µTorrent è quella più utilizzata in assoluto con circa 150 milioni di utenti attivi al mese. Tuttavia nonostante la sua popolarità, il client desktop non ha ricevuto molte novità negli ultimi anni, (infatti l'ultimo importante aggiornamento risale a ben 5 anni fa con la versione 3.0); anche se di recente Bram Cohen, (fondatore di BitTorrent Inc. e creatore dell'omonimo protocollo), ha promesso l'arrivo di interessanti novità per il software e la stessa azienda. In pratica, come noto, l'applicazione viene attualmente offerta in 3 versioni diverse: µTorrent, (la versione base), µTorrent Ad-free, (la cui unica differenza è, come dice lo stesso nome, l'assenza di pubblicità previo pagamento di un abbonamento di 4,95 dollari/anno), ed µTorrent Pro, (la versione più completa che comprende l'assenza di pubblicità, la protezione antivirus, l'assistenza, la conversione dei file e lo streaming istantaneo grazie ad un abbonamento di 19,95 dollari/anno). Inoltre in origine, insieme al software desktop, veniva installata una toolbar per browser, mentre adesso è presente l'advertising in-client, principale fonte di profitto per BitTorrent. Naturalmente, come ha spiegato il fondatore, la pubblicità sarà ancora presente nelle prossime versioni gratuite, ma ci sarà un importante cambiamento: invece dell'applicazione stand-alone, µTorrent verrà integrato direttamente nei browser; il che consentirà di aggiornare l'interfaccia e di offrire lo streaming diretto dei file. Tra l'altro è molto probabile anche l'aggiunta di alcune tecnologie presenti in Maelstrom, ovvero il browser che BitTorrent aveva iniziato a sviluppare, ma che non ha avuto un futuro. Al riguardo lo stesso Bram Cohen ha affermato: "Gli utenti vogliono vedere i torrent nel browser, evitando l'avvio di un'applicazione separata". Comunque sia l'inventore del suddetto protocollo P2P ha, infine, fatto sapere che questa versione di µTorrent "browser-based" verrà distribuita gradualmente: prima del rollout globale, l'azienda vorrebbe comprensibilmente valutare i feedback degli utenti sulla nuova esperienza d'uso.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts