|  

mercoledì 28 giugno 2017

UNICUSANO presenta l'infografica "Neolaureato? Tips and Tricks per trovare lavoro".


Nonostante a Marzo 2017 la disoccupazione giovanile registrata fosse ai minimi degli ultimi 5 anni toccando quota 34%, per tutti i neolaureati che hanno da poco ultimato gli studi ed i quali dispongono di un'esperienza lavorativa limitata, trovare lavoro resta comunque molto impegnativo. Motivo per il quale di recente l'Università degli Studi "Niccolò Cusano", (nota anche con la sigla UNICUSANO), ha deciso di sviluppare l'infografica "NEOLAUREATO? Tips and Tricks per trovare lavoro", la quale illustra tutte le pratiche migliori da tenere in considerazione nel redigere il Curriculum Vitae e la lettera di presentazione, fino alla preparazione del colloquio di lavoro e su come affrontarlo nei migliore dei modi. In pratica dalla panoramica generale emerge che a laurearsi nel 2016 sono state principalmente le donne, (nel 60% dei casi), il voto medio di laurea è stato pari a 102/110, l'età media di 26 anni e la durata media degli studi di 4,3 anni. Inoltre di tutti i laureati il 42,9% è riuscito a trovare un lavoro, il 23,6% è in cerca di lavoro, mentre il restante 33,5% non ha un lavoro né lo cerca. Tra l'altro è importante anche sottolineare come la retribuzione media di un laureato vari da Nord a Sud: lo stipendio medio mensile netto, infatti, si aggira intorno ai 1.290 € per il Nord ed ai 1.088 € per il Sud. Ad ogni modo, come già anticipato, successivamente l'infografica in questione prosegue cercando di rispondere al meglio alla domanda "Una volta conseguita la laurea, cosa fare?", spiegando quali sono le linee guida generali per stilare un Curriculum Vitae perfetto, (prestando particolare attenzione agli errori ortografici, al font utilizzato, alla lunghezza, all'utilizzo di titoli, sottotitoli ed elenchi puntati, ed alla sua adeguatezza in merito all'azienda a cui è destinato). Per di più viene mostrato anche quali sono i punti a cui chi legge il curriculum dà maggiormente importanza, (ad esempio, il 27,95% all'esperienze lavorative, il 21,73% a qualifiche e competenze, mentre solo il 5,59% al desiderio di successo del candidato), e quali sono gli errori che sarebbe buona norma evitare, (vale dire, non inserire tutte le esperienze lavorative, non collegare le esperienze alle competenze, valorizzare poco i risultati ottenuti e non dare spazio ad hobby e passioni). Ma non è tutto: l'infografica spiega come non meno importante è la lettera di presentazione che accompagna il Curriculum Vitae, la quale dovrà includere contenuti brevi e concisi ed una struttura ben definita con un'intestazione, un'introduzione, un corpo ed una conclusione. Successivamente vengono suggeriti una serie di trucchetti per prepararsi ad affrontare al meglio il colloquio di lavoro: ad esempio, è importante informarsi sull'azienda e sulla posizione per cui si è candidati, pensare a come le proprie competenze possano essere utili all'azienda, presentarsi in modo esaustivo e conciso, non esitare a fare domande e mostrarsi interessati, ascoltare le domande e rispondere con il metodo S.T.A.R., (Situation, Task, Actions e Result), e valorizzare le proprie qualità personali, facendo diventare le debolezze dei punti di forza. Comunque sia l'infografica di UNICUSANO suggerisce, infine, cosa fare dopo il colloquio: ripensare alle risposte fornite e capire quali hanno influenzato positivamente l'intervistatore e quali sarebbero quelle da migliorare.

Di seguito la suddetta infografica:
http://www.unicusano.it/blog/images/infografiche/neolaureati-tips-lavoro.jpg
In collaborazione con BizUp ed UNICUSANO



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts