|  

venerdì 28 luglio 2017

One Piece: In arrivo una serie Tv live-action.


Qualche settimana fa in occasione della conferenza per il 20° anniversario dalla nascita di One Piece, gli studi di Hollywood hanno annunciato ufficialmente la creazione di una serie Tv in live-action basata, appunto, sull'omonimo manga di Eiichirō Oda. In pratica, secondo quanto è stato reso noto finora, si tratterà di una nuova serie Tv prodotta dai Tomorrow Studios, (vale a dire la stessa casa che sta lavorando alla realizzazione dell'adattamento in live- action di Cowboy Bebop), e vedrà come produttore esecutivo Marty Aldelstein, (già conosciuto per aver lavorato in Prison Break, Teen Wolf e Last Man Standing). Inoltre sembra proprio che la trama di questo live-action hollywoodiano andrà a coincidere con quella del manga: il capitano Monkey D. Rufy, (soprannominato "Rubber" nella versione italiana), accompagnato dalla sua famosissima ciurma di pirati, (conosciuta come i pirati di Cappello di paglia), parte alla conquista dei mari sulla rotta del Grande Blu per realizzare il suo sogno di trovare il leggendario tesoro del temibile pirata Gol D. Roger e diventare il Re dei pirati. Tuttavia dopo aver visti gli scarsi risultati in simili esperimenti, (come, ad esempio, Dragonball Evolution), alcuni fan hanno espresso non pochi dubbi circa la validità del futuro live-action legato a One Piece: secondo questi, molto raramente gli studios di Hollywood sono riusciti a trasporre fedelmente le ambientazioni e lo spirito di un'opera giapponese, nonostante gli effetti speciali ed i bravissimi registi su cui possono contare. Ad ogni modo alla notizia che anche la storia di One Piece passerà tra le mani di Hollywood, lo stesso Eiichirō Oda è intervenuto per tranquillizzare i fan della saga sulla serietà del progetto, spiegando: "Negli ultimi 20 anni abbiamo parlato diverse volte della possibilità di un adattamento in live-action. Ho deciso di cimentarmici appena 3 anni fa. Ci sono state molte svolte e cambi di pensiero. Ho incontrato un buon partner, (Marty Aldestein). È il 20° anniversario. L'annuncio del nuovo lavoro è solo una coincidenza. Sono davvero felice. Ma voglio precisare che non tradirò mai i fan che mi hanno supportato per 20 anni. Questa è la mia condizione. Ci saranno molti di voi che non saranno d'accordo con questa mia scelta ma, vi prego, datemi fiducia. Per favore siate entusiasti per gli sviluppi che seguiranno!". Mentre in merito ad un'eventuale conclusione del manga il fumettista giapponese ha rilasciato un breve comunicato rivolto ai fan, (visibile in lingua originale a fine articolo), nel quale si può, infine, leggere: «Mi domando quanti anni hai, tu che stai leggendo queste righe. Eri già nato vent'anni fa? Quando questo manga è cominciato, Rufy aveva 17 anni, e vent'anni dopo… è ancora 17enne? Sapete che il cappello di paglia gli è stato dato da una certa persona? E che all'inizio, Rufy era partito per un viaggio in mare da solo, senza compagni? One Piece ha molti flashback, e anch'io conservo un ricordo del passato: mentre davo inizio alla serie, mi domandavo se qualche lettore avrebbe mai considerato questi personaggi come degli amici d'infanzia. Un giorno, anche la storia di Rufy finirà. Se continuerete a vivere quest'avventura assieme alla ciurma fino ad allora, ne sarò molto felice. Grazie per questi vent'anni, e vi chiedo di continuare a supportarmi ancora per un po'!!».

Di seguito il suddetto comunicato:
https://lh3.googleusercontent.com/-2i08hlgkKIQ/WWbpQKFceGI/AAAAAAACCEQ/9C7H83fBODkt2hx_6hz6VL2bmS7b0fQTwCJoC/w2071-h3030/OP_Anniversary_20th.jpg



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts