|  

domenica 23 luglio 2017

Pic2Recipe, l'Intelligenza Artificiale che scopre le ricette dei piatti dall'analisi di una loro foto.


In questi giorni un gruppo di ricercatori del MIT Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory, (noto anche con la sigla CSAIL), ha annunciato di aver realizzato un algoritmo di apprendimento automatico in grado di svelare la ricetta di un qualsiasi piatto partendo semplicemente dall'analizzazione di una foto. In pratica il tutto è stato poi inserito all'interno di uno strumento chiamato Pic2Recipe e realizzato grazie all'utilizzo dell'Intelligenza Artificiale ed un database contenente oltre un milione di ricette, (ognuna con l'illustrazione del risultato finito, e prelevate da decine di siti di cucina). Insomma, per dirlo in altre parole, funziona un po' come una sorta di "Shazam delle ricette": sfruttando un software di riconoscimento delle immagini, lo strumento in questione, (disponibile sia come sito web sia come applicazione per smartphone), è in grado di analizzare tutti gli ingredienti da cui è composto per poi mostrare la ricetta con le indicazioni necessarie per prepararlo. Tuttavia, come ha spiegato Nicholas Hynes, uno dei principale responsabili del progetto, ad oggi Pic2Recipe non può dire come gli ingredienti sono stati preparati, (ad esempio, non può capire se le cipolle sono state stufate o fritte), ed è in grado di offrire una ricetta corretta nel 65% dei casi. Inoltre il software ha anche qualche problema con gli ingredienti nascosti, per esempio, in un sushi roll, ma è particolarmente bravo a trovare ricette per biscotti e muffin, perché si tratta di cibi relativamente popolari online negli Stati Uniti. Ma non è tutto, Pic2Recipe non è ancora in grado di riconoscere le sottigliezze dei piatti: ad esempio, non riesce a distinguere le lasagne vegetariane dalle lasagne classiche. Ad ogni modo si tratta di capacità che verranno migliorate ulteriormente nel corso dei prossimi mesi, in quanto il team di ricercatori del CSAIL ha fatto sapere di essere ancora al lavoro su questo strumento che è stato accolto positivamente da diversi ricercatori: una sua versione migliorata e più potente potrebbe aiutare le persone non solo a conoscere gli ingredienti necessari per preparare una determinata ricetta ma anche le informazioni relative alle dosi e potrebbe anche indicare automaticamente il numero di calorie a chi segue una dieta. Al riguardo lo stesso Nicholas Hynes ha spiegato: "Se sai quali ingredienti fanno parte di una ricetta, ma non si conoscono le dosi necessarie, è possibile scattare una foto, copiare gli ingredienti ed eseguire il software affinché si ottengano tutte le informazioni per il proprio piatto". Comunque sia altri ricercatori si sono detti più scettici, come nel caso di Christoph Trattner della MODUL University Vienna, secondo il quale generalmente gli algoritmi di riconoscimento delle immagini non hanno margine di miglioramento: due cibi molto simili, (come, per esempio, un bicchiere di cola e un caffè nero), non saranno mai distinguibili da una macchina; almeno non senza, infine, l'aiuto da parte dell'uomo.


Di seguito un video di presentazione di Pic2Recipe:




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts