|  

lunedì 15 agosto 2016

SLAYER: "Non registreremo niente prima del 2018"; parola di Kerry King.


A quanto pare i fan degli Slayer dovranno aspettare un bel po' prima che un nuovo album venga pubblicato: difatti, sebbene il materiale ci sarebbe, (in gran parte materiale residuo dalle sessioni di registrazioni di Repentless), la band non sembra avere molta fretta ed ipotizza che nuove registrazioni inizieranno non prima del 2018. In pratica a dare la notizia è stato il chitarrista Kerry King, che nel corso di una video-intervista rilasciata al Jägermeister UK in occasione del festival inglese Bloodstock Open Air, ha spiegato: "Abbiamo molto materiale lasciato da parte dall'ultimo album, perché abbiamo scritto tanto, ed abbiamo registrato solo una manciata di quello che abbiamo registrato. Se i testi non dovessero cambiare la struttura musicale, quei brani sono pronti. Quindi siamo a buon punto senza avere fatto ancora niente per il nuovo disco. Inoltre io ho lavorato ad altro materiale durante le pause. Di solito mentre provo, mi viene in mente un riff e lo registro. Facendo così, ne ho già registrati un po'. Per quanto riguarda i testi, non ho ancora lavorato a niente, tranne per quello che ho fatto per l'ultimo disco, perciò è qualcosa su cui devo ancora lavorare". Tra l'altro il chitarrista ha poi proseguito facendo sapere che ha anche considerato l'idea che Repentless ed il loro prossimo lavoro rispecchiassero il rollout di Blizzard of Ozz e Diary of a Madman di Ozzy Osbourne: entrambi concepiti nello stesso periodo ma separati in uscita da qualche anno. Oltretutto Kerry King ha anche spiegato che era comune per lui e Jeff Hanneman scrivere abbastanza materiale in modo che 2-3 canzoni potessero essere lasciate da parte, ma che questa volta ad essere messe da parte sono state addirittura 8 canzoni. Ad ogni modo il chitarrista degli Slayer ha poi proseguito affermando: "Ci sono un sacco di idee, mezze canzoni: la prima metà di una canzone andrà con l'altra metà di un'altra canzone. In questo modo potremmo avere già fino a 10 brani: quando ci penso, mi dico che questa è una caratteristica unica degli Slayer, ed è molto figa, perché possiamo fare un "uno-due" per il prossimo disco". Tuttavia Kerry King ha, infine, concluso spiegando: "Repentless è stato pubblicato da neppure un anno. Probabilmente inizieremo a fare qualcosa alla fine del prossimo anno, ma abbiamo ancora così tante date in programma l'anno prossimo. Quindi immagino che non registreremo niente prima del 2018".

Di seguito la suddetta video-intervista: 




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts