|  

sabato 22 settembre 2012

I Led Zeppelin presentano Celebration Day, il film-documentario che racconta la reunion del 2007.


Come hanno fatto di recente i Metallica, (una delle più grandi band della storia dell'heavy metal), anche i Led Zeppelin, (uno dei più famosi e principali gruppi dell'hard rock, il cui periodo di attività è terminato nel 1980, fatta eccezione per qualche occasionale reunion), hanno deciso di girare un nuovo film-documentario. Il film in questione, che sarà proiettato nei cinema di oltre 40 Paesi, Italia compresa, il prossimo 17 Ottobre, (mentre il DVD sarà messo in commercio a partire dal prossimo 19 Novembre), è stato intitolato Celebration Day e testimonia con occhio da esperto e senza tante finzioni scenografiche o ludiche, la notte di cinque anni fa in cui i Led Zeppelin tornarono per una sera a "vivere", dopo diversi anni di silenzio e dopo sei settimane di prove sentimentali che avevano rimesso insieme il senso e lo spirito di una band che ha avuto un'influenza profonda nella storia del rock, sia per la grazia furibonda che animava la sua poetica, sia per la capacità dei quattro componenti, (Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones e John Bonham), di farsi voce rinnovata delle radici della musica popolare grazie alla tecnica chitarristica di Jimmy Page con la sua visione totalizzante del suono; ma anche grazie al dono vocale di Robert Plant di tradurre in parole l'insieme di sentimenti di una generazione a cui non andava bene niente. Anche il bassista John Paul Jones fece la sua parte, nella storia, segnando una ritmica implacabilmente perfetta così come John Bonham, l'ammirevole batterista che mescolava fantasia e tecnica, che purtroppo è stato portato via dal destino nella notte del 25 Settembre 1980, a soli 32 anni; John Paul Jones lo trovò la mattina dopo già morto nel suo letto, soffocato dal proprio vomito dopo una serata di esagerate suonate, bevute e chissà quant'altro nella casa di Jimmy Page. La sua scomparsa segnò la fine ufficiale del gruppo inglese; infatti gli altri tre componenti resero nota la decisione di voler interrompere la loro attività artistica con il nome di Led Zeppelin con un comunicato stampa diffuso il 4 Dicembre 1980, nel quale veniva scritto: «Desideriamo rendere noto che la perdita del nostro caro amico ed il profondo senso di rispetto che nutriamo verso la sua famiglia ci hanno portato a decidere – in piena armonia tra noi ed il nostro manager – che non possiamo più continuare come eravamo». Ma la vita si evolve, ed i componenti della band presero strade diverse; si sono riuniti solo in cinque eventi: nel 1985 in occasione del Live Aid con Phil Collins alla batteria, nel 1988 per l'anniversario dell'Atlantic Records con Jason Bonham, figlio di John, dietro il drumkit paterno, in una cerimonia segreta nel 1990 per il matrimonio di Jason Bonham, nel 1995 in occasione del loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame con gli Aerosmith e Neil Young ed, infine, nel 2007, nuovamente con Jason Bonham alla batteria, in un concerto di beneficenza per l'Ahmet Ertegün Foundation alla O2 Arena di Londra. Quest'ultima fu una vera e propria riunione con un concerto di 2 ore a differenza delle precedenti comparsate di 30-40 minuti; inoltre a seguito dell'incredibile richiesta di biglietti per l'esibizione del 10 Dicembre 2007, (oltre 20 milioni di prenotazioni in circa 24 ore; ma 18 mila persone riuscirono a procurarsi un biglietto), la band è entrata nel Guinness dei primati per la maggior richiesta di biglietti per una singola esibizione dal vivo. In quel occasione, secondo molti critici, Jason Bonham ha come risvegliato la band da un'impossibile ripresa, anche se per una sola volta. Infatti ieri alla presentazione del film-documentario a Londra le parole più carine sono state per lui; difatti, parlando del figlio del suo caro amico, Jimmy Page ha detto: "Fin dalle prime prove è stato incredibile". E Robert Plant ha dichiarato: "Avevamo già suonato tutti insieme al suo matrimonio, dopo che lui nel pomeriggio era andato a dormire e ho dovuto svegliarlo per proseguire la festa". Comunque dopo la proiezione di Celebration Daysul tavolo della conferenza stampa si sono fatti vivi soltanto i tre ex-titolari della band. Al riguardo Robert Plant ha spiegato: "Sembriamo gli allenatori delle squadre di calcio, la musica oggi è così". Alla sua sinistra c'era Jimmy Page che ha confessato: "È stato un bellissimo momento, dalle prove in là. Volevamo restituire alla gente il senso di quel che eravamo, ma ci siamo pure divertiti". Ed, infine, John Paul Jones ha esclamato: "Perché abbiam aspettato 5 anni per fare il DVD? Ma questi sono i tempi dei Led Zeppelin".


Di seguito la conferenza stampa a Londra...

...ed il trailer ufficiale del film Celebration Day:



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts