|  

giovedì 18 ottobre 2012

Svelata l'esistenza di alcuni demo inediti che Ronnie James Dio aveva realizzato prima di morire.


Con la recente uscita di "The Very Beast Of Dio Vol. 2", vale a dire il secondo volume del Best Of dedicato a Ronnie James Dio, (nome d'arte di Ronald James Padavona, ovvero uno dei più grandi cantanti della storia dell'heavy metalche nel corso della sua ha fatto parte di storici gruppi come i Rainbow ed i Black Sabbath, e che successivamente decise di fondare una propria band di grande successo, alla quale dette il nome di Dio e della quale fu il frontman fino alla sua morte, il 16 Maggio 2010 alle ore 07:45, a causa del cancro allo stomaco diagnosticatogli verso la fine di Novembre 2009), pubblicato lo scorso 9 Ottobre, si è tornati a parlare di alcuni demo inediti realizzati dal leader dei Dio e dei Rainbow, che a breve potrebbero essere resi pubblici. Infatti, secondo quanto ha dichiarato di recente Simon Wright, il batterista che suonò con i Dio dal 1998 fino alla morte del leader, (ma che nella sua carriera ha militato in altre band di successo come gli AC/DC  ed i Rhino Bucket), si tratterebbe di demo destinate a finire in "Magica II" e "Magica III", vale a dire i due album che il cantante stava progettando e che avrebbero costituito i sequel di "Magica", l'album pubblicato dalla band di R.J. Dio nel 2000. In pratica uno di questi inediti è stato "Electra", ovvero il brano pubblicato nel 2010 dopo la morte di R.J. Dio. Tuttavia al riguardo Simon Wright ha spiegato: "C'erano tre o quattro pezzi su cui stavamo lavorando per "Magica II" e "Magica III"; sfortunatamente erano solo dei demo. A prendersene carico è stata Wendy Dio, la moglie di Ronnie, e non sono certo di cosa ne voglia fare. Ad un certo punto potrebbero uscir fuori. Vedremo in che modo Wendy vorrà coinvolgerci". Inoltre Simon Wright ha aggiunge anche che, in caso venisse deciso di pubblicare i pezzi, il lavoro per completarli sarà duro e da fare con la massima cura; difatti ha dichiarato "Bisognerà essere molto delicati nell'approccio, perché non si deve stravolgere quanto già c'è. Dovremmo sederci, ascoltare i demo attentamente e capire fino a che punto Ronnie ci avesse lavorato su. È una cosa da fare con il massimo rispetto e la massima cura. Ma vedremo cosa succederà. Tutto sta a Wendy, noi aspettiamo". Oltretutto negli scorsi mesi la stessa Wendy Dio aveva annunciato di avere in progetto un album tributo per onorare la memoria del marito. Ad essere coinvolti in questo progetto sono numerosi artisti, tra cui Rob Halford, (cantante dei Judas Priest), Lemmy Kilmister, (il cantante e chitarrista, fondatore dei Motörhead), Ian Gillan, (cantante dei Deep Purple), Alice Cooper, Glenn Hughes, (bassista e cantante che fece parte di molte band, tra le quali i Trapeze, i Deep Purple ed i Black Sabbath), Sebastian Bach, (cantante noto soprattuto per essere stato il leader dei Skid Row, ma che fece parte anche dei Madam X e dei Last Hard Men), Chris Jericho ed anche Dave Grohl, (cantante e chitarrista dei Foo Fighters). Comunque quest'album, la cui data di pubblicazione è stata fissata indicativamente per la fine di quest'anno, avrà una caratteristica particolare, vale a dire quella di non imporre alcun paletto agli artisti, difatti ognuno sarà libero di scegliere quale canzone fare e come interpretarla, con la certezza che la personale sensibilità artistica darà i suoi frutti.


Di seguito il singolo Electra, considerato il primo inedito:




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts