|  

martedì 6 novembre 2012

Microsoft potrebbe decidere di "mandare in pensione" MSN per sostituirlo con Skype.


Ve lo ricordate ancora il buon vecchio Windows Live Messenger? Bene, a quanto pare sta per "andare in pensione". A farlo sapere è stato il sito The Verge; secondo cui, Microsoft a breve ne annuncerà la chiusura, nonostante i suoi 330 milioni di utenti e la sua grande diffusione, (40,6% tra tutti i client di chat), per dirottare utenti e traffico su Skype, (27,39% di diffusione, 170 milioni di utenti), per il quale ha sborsato ben 8,5 miliardi di dollari. Tuttavia mancano ancora le conferme ufficiali da parte di Microsoft, però la notizia sta già facendo il giro del web. Al riguardo The Verge ha fatto sapere: «Secondo diverse fonti, Windows Live Messenger verrà ritirato nei prossimi mesi ed integrato a Skype». Infatti la presunta mossa nei piani di Microsoft non inciderà sull'attuale gruppo di utenti del servizio, che transiteranno tutti all'interno di Skype, con relativi contatti. Tra l'altro il popolare client VoIP è già incluso nel nuovissimo Windows 8. In tal proposito il sito americano ha spiegato: «Tuttavia il processo di fusione tra i due servizi viene seguito da Microsoft ormai da mesi, dal momento che l'80% dei messaggi inviati tra utenti Skype sono già gestiti anche dallo stesso Windows Live Messenger». Inoltre la scelta di unire Messenger e Skype appare dovuta anche all'esplosione di Social Network come Facebook, dotato anch'esso di un servizio di chat istantanea. Per di più la mossa si inserisce anche in un contesto di ottimizzazione delle risorse. Un client per Windows Live Messenger è stato evidentemente giudicato esagerato, sia per l'alto investimento in Skype che per i costi di mantenimento del servizio, anche se probabilmente si sta parlando del numero uno dei servizi di messaggistica sul web. Servizio che però vedeva il suo dominio desktop ampiamente minacciato da soluzioni mobili come WhatsApp e le chat-messaggistiche dei vari Social Network; infatti lo spostamento progressivo degli utenti verso quest'ultimi potrebbe aver spinto ulteriormente Microsoft a chiudere il famoso servizio di messaggistica, chiamato più comunemente "MSN". Oltretutto, secondo The Verge, l'azienda di Redmond dovrebbe annunciare l'operazione a breve, probabilmente già entro questa settimana. Ma in ogni caso Microsoft non ha assunto ancora una posizione ufficiale dopo la pubblicazione della notizia, nonostante sia stata interpellata dal sito americano, finora senza successo. D'altro canto Microsoft già qualche mese fa aveva dismesso il marchio Windows Live, e MSN Messenger era il primo nome del software di chat, diventato successivamente Windows Live Messenger. Dunque un'eliminazione, o per meglio dire una trasformazione, era del tutto prevedibile. Comunque per chi non lo ricordasse, il programma, (la cui ultima versione è stata lanciata circa un mese fa), esiste dal 22 Luglio 1999, ovvero dai tempi in cui se la batteva con Yahoo! Messenger, con un lasso di vita interessante per un'applicazione, che negli anni è passata da un semplice client di chat a qualcosa di più complesso, forse troppo, con innesti tra videochiamate, Social Network, Myspace, LinkedIn e giochi che ne hanno appesantito aspetto ed usabilità. Comunque sia il presente ed il futuro per Microsoft in questo senso si chiama Skype, e la filosofia estetica del nuovo Windows 8 sembra aver influenzato anche le idee di base dietro le architetture software della azienda di Redmond: "più leggerezza e meno dispersione".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts