|  

giovedì 28 febbraio 2013

Mozilla presenta ufficialmente il suo Firefox OS al Mobile World Congress 2013.


Di recente Mozilla ha presentato la prima build commerciale del suo Firefox OS, ovvero il sistema operativo mobile open source e compatibile con gli standard del web, a partire dal nuovo linguaggio di programmazione HTML5. In sostanza da adesso la prima serie di smartphone con sistema operativo Firefox OS integrato sarà disponibile per gli utenti in Brasile, Colombia, Ungheria, Messico, Montenegro, Polonia, Serbia, Spagna e Venezuela grazie ad operatori del calibro di América Móvil, Deutsche Telekom, (che la prossima estate presenterà un nuovo prodotto in Polonia), Telefónica e Telenor. Mentre altri mercati dovrebbero essere svelati prossimamente. In pratica l'annuncio è arrivato al Mobile World Congress, (vale a dire la più importante fiera al mondo sulla telefonia mobile che anche quest'anno ha avuto luogo a Barcellona, però dal 25 Febbraio fino ad oggi, 28 Febbraio), e si tratta un nuovo atto ufficiale in un percorso iniziato non molto tempo fa, e che circa un mese fa ha visto l'annuncio dei due smartphone per sviluppatori chiamati Keon e Peak. Ad ogni modo finora le aziende che si sono impegnate a supportare l'iniziativa di Mozilla sono: América Móvil, China Unicom, Deutsche Telekom, Etisalat, Hutchison Three Group, KDDI, KT, MegaFon, Qtel, SingTel, Smart, Sprint, Telefónica, Telenor, TMN, VimpelCom ed anche Telecom Italia Group. Inoltre Mozilla sta lavorando con i produttori Alcatel, LG e ZTE per realizzare i primi dispositivi con sistema operativo Firefox OS, e successivamente nel corso dell'anno dovrebbe iniziare a lavorare con Huawei per realizzare dispositivi con system on chip Snapdragon di Qualcomm. Comunque sia per il momento sono state svelate soltanto le specifiche di due prodotti, cioè lo ZTE Open e l'Alcatel One Touch Fire, che a quanto si apprende sono tecnicamente identici. Infatti entrambi sono stato dotati di uno schermo da 3,5 pollici TFT con risoluzione HVGA, (ovvero 480x320 pixel), un processore Qualcomm Snapdragon MSM7225A, un single-core Cortex A5, (la cui frequenza non è al momento nota, ma, secondo le prime indiscrezioni dovrebbe aggirarsi tra i 600 e gli 800 MHz). Oltretutto entrambi hanno 256 MB di RAM e 512 MB di spazio di archiviazione, (è presente anche uno slot microSD). Mentre sulla parte posteriore è stata posizionata una fotocamera da 3,2 megapixel con focus fisso. Ovviamente non mancano il Wi-Fi 802.11a/b/g/n, Bluetooth 2.1 (EDR3), GPS, micro USB 2.0 e radio FM. Per di più i due dispositivi supportano le bande UMTS 850/1.900, 850/2.100 e 900/2.100 MHz ed hanno una batteria da 1.200 mAh. Per quanto riguarda i sensori, sono stati dotati di un accelerometro ed un sensore di luce ambientale. Insomma si tratta di prodotti cosiddetti di "fascia bassa", ed è proprio da qui che Mozilla vuole partire, conquistando i futuri possessori di smartphone dei Paesi emergenti. Inoltre Mozilla ha sottoscritto anche rapporti strategici con partner chiave per i contenuti ed i servizi. Il frutto di questo lavoro porta il nome di Firefox Marketplace, che offrirà applicazioni nelle categorie giochi, notizie e media, affari e produttività. Queste applicazioni saranno collegate all'identità online del singolo utente che le conserva nel passaggio da un dispositivo all'altro e da una piattaforma all'altra; e si potranno acquistare anche con il traffico della SIM. Al riguardo i rappresentanti di Mozilla hanno spiegato: "Su Firefox Marketplace si potranno trovare non solo le applicazioni più diffuse quali AccuWeather, Airbnb, Box, Cut the Rope, Disney Mobile Games, EA Games, Facebook, Nokia HERE, MTV Brasil, Pulse News, SoundCloud, SporTV, Terra, Time Out e Twitter, ma anche quelle create su misura oppure legate al territorio di appartenenza dei singoli utenti". Oltretutto un'anteprima del Firefox Marketplace è disponibile su Firefox Aurora per Android e sarà ufficialmente disponibile con i primi terminali. Tuttavia il sistema operativo mobile non è stata l'unica novità della fondazione. Infatti Mozilla, Ericsson ed AT&T nel corso del Mobile World Congress, hanno tenuto una dimostrazione in cui hanno spiegato come, tramite la tecnologia WebRTC, i consumatori potranno fare e ricevere chiamate video dal browser dei loro smartphone o Pc desktop, oppure condividere le proprie esperienze Web con amici o parenti che potrebbero trovarsi su un Pc desktop o smartphone dall'altra parte del mondo.

 Di seguito le immagini dei due prodotti di "fascia bassa":

ZTE Open
Alcatel One Touch Fire



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts